Serie B: colpi in coda per Ascoli, Entella e Pescara

04.01.2021 20:41 di Anna Laura Giannini   Vedi letture
Serie B: colpi in coda per Ascoli, Entella e Pescara

Giornata di gare in Serie B quella di oggi. Di seguito il resoconto delle gare giocate nel primo pomeriggio.

Ascoli-Reggina 2-1

L’Ascoli vince 2-1 contro la Reggina grazie ad un’incredibile rimonta in zona Cesarini. Per mister Sottil arriva il terzo risultato utile consecutivo, mentre la Reggina recrimina per una vittoria che sembrava ormai conquistata. Gli ospiti passano al 19′ con Liotti che brucia Tofanari e trafigge Leali che si allunga ma non ci arriva. L’Ascoli non riesce a sfondare e nemmeno le punizioni di Sabiri vanno a bersaglio. Nella ripresa Sottil prova la carta Kragl con l’Ascoli che prova ad alzare il baricentro, ma la Reggina continua a difendersi con ordine. Ci prova Bajic (16′), ma la sua conclusione finisce di poco fuori. Al 38′ st invece ci pensa Cangiano a buttarla dentro complice un Guarna non impeccabile. Il sorpasso arriva al 46′ con un bolide di Kragl da fuori area.

Cremonese-ChievoVerona 0-2

Terza sconfitta consecutiva per la Cremonese chiamata a una scossa durante la pausa invernale per uscire da una situazione molto precaria in classifica. ChievoVerona in vantaggio al 22′ su rigore: Giaccherini lanciato in profondita’ viene affrontato da Zaccagno in uscita, per Prontera e’ rigore che lo stesso gialloblu’ trasforma. Nella ripresa la reazione della Cremonese non esiste e al 35′ arriva il raddoppio di Bertagnoli che scambia con Garritano e fulmina Zaccagno dal limite.

Frosinone-Spal 1-2

Con un finale arrembante, la Spal espugna lo Stirpe e conquista tre punti preziosi per il proseguo della stagione. Prima frazione di gioco all’insegna dell’equilibrio, con i canarini bravi a chiudere gli spazi ed a ripartire con veloci verticalizzazioni. In una di queste occasioni, Tribuzzi e’ abile a rubare palla ad un ingenuo Dickmann sulla corsia di sinistra, ed a servire l’accorrente Kastanos che di sinistro batte Thiam regalando il vantaggio ai suoi. La squadra di Marino cerca di reagire e trova il pari al 40′ grazie ad una magistrale esecuzione di Salvatore Esposito, che capitalizza al meglio una punizione dal limite. Nella ripresa la prima occasione e’ dei padroni di casa, con Parzyskek che scheggia la traversa dal limite. La Spal nell’ultima parte di gara assedia la meta’ campo avversaria. Al 40′ Valoti si divora un gol clamoroso, ma dopo pochi istanti e’ Paloschi a siglare la rete decisiva, sfruttando un errore di Iacobucci. Nel finale salvataggio sulla linea degli ospiti che portano a casa il bottino pieno.

Reggiana-Pescara 0-1

Tre punti d’oro, anzi di platino, per il Pescara, che espugna il “Citta’ del Tricolore” e supera in classifica proprio la Reggiana (che ha una gara da recuperare). Il Pescara ha avuto il merito di non mollare (ha giocato piu’ di 50 minuti con l’uomo in meno) e di sfruttare al meglio una palla inattiva. I momenti salienti: al 42′ Bellanova lascia i sui in dieci (doppio giallo). I granata avevano preso un palo con Lunetta, nella ripresa altro legno, stavolta di Zamparo. A 4′ dal termine il centrale Scognamiglio sovrasta Libutti e Varone e sigla il pesantissimo gol partita. Al rientro in campo (Scognamiglio era uscito per curare una ferita al volto causata da uno scontro proprio in occasione del gol) viene anch’esso espulso per un brutto fallo su Varone. In 11 contro 9 non succede niente e il Pescara esplode letteralmente di gioia.

Salernitana-Pordenone 0-2

Brutto inizio di anno per la Salernitana di Castori che perde in casa contro il Pordenone e termina in nove il match. La squadra campana dopo appena 30′ e si ritrova in dieci per l’espulsione di Capezzi, pescato in gioco pericoloso su Barison a centrocampo. Una decisione contestata, tanto che anche lo stesso allenatore granata guadagna anzitempo gli spogliatoi. La Salernitana sembra reggere bene ma nella ripresa, al 28′, arriva il vantaggio ospite. Punizione dalla destra di Calo’, colpo di testa di Barison che supera Belec. La Salernitana perde la tesa e termina addirittura in nove. Al 34′ Di Tacchio subisce il secondo giallo che gli vale la doccia anticipata e la Salernitana, nel finale, subisce anche il raddoppio. Nell’extratime, contropiede dei friulani, Diaw s’infila tra i difensori e a tu per tu con Belec non ha problemi nel trafiggerlo.

Virtus Entella-Cittadella 1-0

La Virtus Entella di questo scorcio di stagione si e’ trasformata in una squadra spietata, che sa capitalizzare gli errori dell’avversaria, raccogliendo il massimo senza dare l’idea di sforzarsi. Contro un Cittadella aggressivo e pretenzioso nonostante le tante assenze (sette giocatori e due tecnici ancora alle prese con il Covid) aspetta il momento buono, rischia poco o niente e alla prima occasione buona, al 40′, capitalizza una ripartenza chiusa in maniera vincente da Mancosu che prende sul tempo un tutt’altro che impeccabile Kastrati. Per il Cittadella palla gol il colpo di testa in controtempo di Ogunseye al 4′ che accarezza la traversa e si spegne sul fondo.