Ora il campionato di serie C rischia di partire in ritardo: la situazione

05.08.2022 11:15 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    vedi letture
Fonte: sportpiacenza.it
Ora il campionato di serie C rischia di partire in ritardo: la situazione

Terremoto in Serie C. Alle 15 di ieri sembrava tutto - finalmente - deciso con la Lega che ha sorteggiato i Gironi ufficiali e domani, venerdì, era il turno dei calendari.
A entrare in gamba tesa è stato il Consiglio di Stato che improvvisamente ha sospeso la bocciatura - arrivata ieri dal Tar e già decisa da Figc e Coni - del Campobasso. Si accoda anche il Teramo. Quindi? Tutto fermo. A questo punto non è possibile procedere con il sorteggio dei calendari venerdì. Il Consiglio di Stato ha fissato l'udienza in merito il 25 agosto per la discussione del ricorso del team molisano, quindi non si possono fare i calendari e ora si aggiunge anche il Teramo. Entrambe sperano di poter partecipare a una Serie C che in teoria le aveva estromesse fin da luglio.

C’è di peggio, però. Se fosse confermata davvero la data del 25 agosto allora sarebbe impossibile partire regolarmente il 28 agosto col campionato, ci sarebbero solo tre giorni per i calendari e soprattutto i club arriverebbero a ridosso dell’inizio senza conoscere l’avversario. In più si aggiunge un altro problema: se Campobasso e Teramo fossero riammesse in sovrannumero si perderebbe il concetto di Gironi fatti secondo il “criterio della latitudine” perché non avrebbero lo stesso numero di partecipanti. Ci sarebbe da rifare tutto. Sembra di rivivere la storia del 2018 quando si andò fino a metà settembre prima di partire. Storia vecchia per la Lega Pro.

Il comunicato della Lega Pro

Facendo seguito al decreto del Presidente della Sez. Quinta del Consiglio di Stato, Luciano Barra Caracciolo, che in data odierna ha previsto di “temporaneamente sospendere la mancata ammissione (“Licenza”) al Campionato della ricorrente (Campobasso Calcio), in vista della camera di consiglio del 25 agosto 2022, nella quale l’istanza cautelare potrà essere esaminata collegialmente, nel dovuto contraddittorio”, la Lega Pro si vede obbligata a prenderne atto e conseguentemente a rinviare a data da destinarsi la compilazione dei Calendari del Campionato Serie C 2022/2023.
I club di Lega Pro continuano a subire un danno rilevantissimo e pertanto si auspica che la questione possa essere definita prima della data del 25 agosto p.v.