Casarano, solidarietà: domenica mercato di natale allo stadio

22.11.2019 18:00 di Francesco Pizzoccheri   Vedi letture
Casarano, solidarietà: domenica mercato di natale allo stadio

I ragazzi del Centro Polivalente Alicanto si preparano a vivere il Natale, riscoprendo l’animo solidale che è in ognuno, l’autenticità e il rispetto per tutti gli esseri umani.

In questi ultimi mesi i laboratori del Centro si sono infatti trasformati in delle “botteghe di artigiani”, in cui i ragazzi sono stati i veri protagonisti, impegnati a realizzare vari manufatti per l’allestimento del Presepe vivente e del Mercatino natalizio.

I lavoretti, realizzati interamente dai ragazzi del Centro, avranno la possibilità di essere apprezzati dagli sportivi e dai tifosi del Casarano, presso lo stadio comunale “G.Capozza”, durante la partita con l’Agropoli, in programma domenica del 24 novembre, e da un pubblico più vasto nella mattinata del 15 dicembre, all’interno del Chiostro comunale di Casarano. Si potrà compiere un gesto di solidarietà acquistando un manufatto con una donazione il cui ricavato sarà interamente devoluto all’Associazione Onlus Cuore Amico.

Il Centro, grazie alla sensibilità della società Casarano calcio, pronta a raccoglie l’invito, ha l’onore di inaugurare, proprio nello stadio, il Mercatino natalizio, iniziativa di solidarietà che l’equipe ed i ragazzi del Centro hanno fortemente voluto. Tale iniziativa si concretizzerà inoltre con la rappresentazione di un presepe vivente in data 19 dicembre alle ore 16,30 presso la sede del Centro Polivalente Alicanto, in via Tagliamento a Casarano nel quale, i ragazzi, interpreteranno e riproporranno antichi mestieri, esprimendo creatività e spirito collaborativo e al quale siamo tutti invitati a partecipare.

“Abbiamo accolto di buon grado l’invito del Centro Alicanto, mettendo a disposizione ciò che occorre per la migliore riuscita dell’iniziativa – sottolinea il presidente del Casarano Giampiero Maci – la solidarietà e l’attenzione verso le diversità sono alcune delle componenti fondanti del nostro modo di fare e intendere il calcio. Non posso nascondere la mia ammirazione, unita al plauso, per questi ragazzi e gli Operatori del Centro che hanno pensato di devolvere il ricavato del Mercatino ad un’altra Associazione impegnata nel sociale. Come dire: solidarietà chiama solidarietà e questo è a dir poco lodevole”.