Il Cerignola espugna il campo della capolista Bitonto: ora è a -7

16.02.2020 19:30 di Francesco Pizzoccheri   Vedi letture
Fonte: lanotiziaweb.it
Il Cerignola espugna il campo della capolista Bitonto: ora è a -7

.E’ un gol di Samon Reider Rodriguez a regalare all’Audace Cerignola una vera e propria impresa, col colpaccio ai danni del Bitonto: vittoria più di sostanza che di forma, eppure i gialloblu riaccendono la lampadina della speranza a dieci turni dal termine del campionato. Feola mischia un po’ le carte nell’undici di partenza: schiera Caiazza terzino destro e Tancredi dalla parte opposta; Rosania fa coppia con Di Cecco in difesa e conferma Loiodice nella batteria di trequartisti a supporto di Rodriguez. Grossa novità nel Bitonto: non c’è l’infortunato Patierno, coppia offensiva composta da Merkaj e Bollino nel 3-5-2 di Taurino. Pubblico delle grandi occasioni al “Città degli Ulivi”, Cerignola che appare subito determinato a fare bene: al 4′ Di Cecco opera una grande chiusura difensiva su Merkaj, lanciato ottimamente a rete e in procinto di battere verso Cappa. Prendono campo gli uomini di Feola e al 16′ si portano in vantaggio: retropassaggio troppo corto di Colella, si inserisce Rodriguez che ne approfitta e fa secco in diagonale Figliola. Il Bitonto non appare quello solito, tante le geometrie errate anche a causa dell’accorta disposizione degli ofantini, i quali bloccano le fasce e a centrocampo fanno legna con Coletti e De Cristofaro. Dalla seconda metà di frazione il match si fa anche più teso e non si annotano grandissime opportunità: il destro a giro di Loiodice (beccatissimo dai tifosi locali) al 36′ è completamente sballato. Si va all’intervallo sullo 0-1, con l’Audace molto concreto nel capitalizzare lo svarione neroverde.

La capolista rientra dagli spogliatoi con ben altro piglio, cercando di schiacciare nella propria metà campo gli ospiti: al 52′ il destro dal limite di Piarulli sfila accanto al palo alla sinistra di Cappa. I gialloblu si fanno vedere con una punizione defilata di Loiodice, sfera alta. L’incontro agonisticamente è di elevato livello, purtuttavia scarseggiano le emozioni: i baresi provano a sfondare, i foggiani restano decisamente accorti e non rischiano granché. Taurino inserisce Montaldi, Feola risponde con Martiniello in luogo di Rodriguez. Bollino in progressione calcia in maniera fiacca e Cappa ha la presa facile (78′). Longo per Martiniello, conclusione fuori misura. Tensione nei minuti finali: un fallo di Biason su Loiodice accende gli animi, l’arbitro Milone espelle Gargiulo (entrato da appena due minuti), poi Feola e un componente della panchina del Bitonto. L’ultima chance per i padroni di casa è sul sinistro di Turitto: la palombella sull’uscita incerta di Cappa si spegne nei pressi dell’incrocio. Sei minuti di recupero non bastano per cambiare il punteggio, così arriva un blitz esterno di vitale importanza per le “cicogne”, che riaprono i giochi per il discorso promozione. I neroverdi tornano alla sconfitta dopo diciannove turni di imbattibilità, ed ora sentono il fiato sul collo del Foggia.

Domenica prossima al “Monterisi” arriverà il Sorrento, che ha maltrattato (7-0) il Casarano, a chiudere un mese di febbraio dagli appuntamenti a cinque stelle per un Audace Cerignola quest’oggi dal grande carattere.

Fai clic qui per vedere lo slideshow.

BITONTO-AUDACE CERIGNOLA 0-1

Bitonto (3-5-2): Figliola, Gianfreda (85′ Gargiulo), Lomasto, Colella, Pierno (74′ Foufouè), Biason, Marsili (76′ Vacca), Piarulli (80′ Zaccaria), Turitto, Merkaj (68′ Montaldi), Bollino. A disposizione: Zinfollino, Amelio, Montrone, Bolognese. Allenatore: Roberto Taurino.

Audace Cerignola (4-2-3-1): Cappa, Caiazza, Rosania, Di Cecco, Tancredi, De Cristofaro, Coletti, Sansone (85′ Marotta), Longo, Loiodice, Rodriguez (74′ Martiniello). A disposizione: Tricarico, Muscatiello, Alfarano, Nembot, Russo, Sindijc, Cinque. Allenatore: Vincenzo Feola.

Reti: 16′ Rodriguez.

Ammoniti: Pierno, Marsili, Biason, Zaccaria (B); Rosania, Di Cecco, Cappa (AC). Espulso: Gargiulo (B) all’87’ per proteste.

Angoli: 5-3. Fuorigioco: 7-0. Recuperi: 3′ pt, 6′ st.

Arbitro: Milone (Taurianova). Assistenti: Fratello (Latina)-Dell’Arciprete (Vasto).