Reggina, il dg Ballarino: «Ci mancano gli attributi. Chi vuol capire capisca»

27.02.2024 23:00 di Davide Guardabascio   vedi letture
Fonte: Gazzetta del Sud
Reggina, il dg Ballarino: «Ci mancano gli attributi. Chi vuol capire capisca»

C’è amarezza per la sconfitta, maturata nella ripresa a causa di una sfortunata autorete di Adejo. Ma il Città di Sant’Agata ha vinto meritatamente battendo la Reggina sia all’andata che al ritorno. Nel post-gara il direttore generale Nino Ballarino è andato giù duro ai microfoni di “Febea” puntando l’indice contro tecnico e giocatori: «Abbiamo disputato un buon primo tempo, ma quello che ci è mancato sono stati gli attributi, come d’altronde per tutto il resto del campionato. Chi vuol capire capisca. Non c’è nulla da aggiungere, anche perché nei momenti più importanti facciamo sempre un passo indietro e non c’entra l’assenza dell’attaccante. Se il centrocampista perde palla e rimane fermo lì davanti, cosa significa? Che pecchiamo di determinazione. E poi c’è chi non viene utilizzato da mesi e si fa buttare fuori».

Il riferimento è al centravanti Rosseti che sta deludendo le aspettative, espulso per proteste. Sul mister si è così espresso: «Si è sempre detto che dobbiamo raggiungere un obiettivo e poi nei parliamo». Passaggio sui rappresentanti della Sud: «Ai nostri sostenitori, che non ci hanno mai abbandonato, prometto che daremo il massimo. Sono entrato nello spogliatoio al termine della partita ed ho avuto un confronto con i calciatori e l’allenatore. Ho chiesto loro di migliorare. Noi rappresentiamo Reggio Calabria, per cui nessuno si può permettere di non centrare i playoff e poi vedere se esistano i presupposti per puntare ad un eventuale ripescaggio. Nella ripresa qualcosa è accaduta e i direttori dovranno verificarlo».

Chiusura sul marchio: «Siamo pronti a chiamarci Reggina e anche di acquisire il marchio. I legali sono attenti alle situazioni e proveremo a compiere le mosse giuste».

Nell’andare ad analizzare il match, si evince la buona prova di Velcea, incolpevole sulla rete del vantaggio dei padroni di casa. Il 3-5-2 non ha funzionato. Girasole, Adejo e Zanchi sono andati in sofferenza. Spostandoci a centrocampo, va segnalata la prestazione incolore di Martiner che non è riuscito a spingere come al solito. Spento anche Mungo, poco cattivo negli ultimi sedici metri. Sotto tono anche Zucco e Perri. Quest’ultimo non si è ripetuto dopo la gara contro la Gioiese. L’unico a salvarsi dal grigiore generale è stato Porcino che ha spinto sulla propria corsia di appartenenza. Dulcis in fundo il reparto avanzato. Bolzicco continua nel suo periodo negativo. Argentino mai pericoloso. Stesso discorso vale per Renelus che, ad eccezione di alcuni spunti, non ha inciso. Può e deve dare di più perché ne ha le potenzialità. Serve una punta e la società dovrà intervenire sul mercato estivo. Bonanno e Pellegrino si stanno muovendo. La trasferta dei tifosi. Nonostante il ko, hanno incitato i propri beniamini. Saranno numerosi anche domenica prossima contro i siciliani del Ragusa.