Sangiustese, mister Senigagliesi: "Il derby di domenica è pericolosissimo"

17.09.2019 18:30 di Elena Gestra   Vedi letture
Sangiustese, mister Senigagliesi: "Il derby di domenica è pericolosissimo"

Messa in archivio la battuta d’arresto di Pineto, la Sangiustese torna ad allenarsi oggi a Potenza Picena per iniziare subito a preparare al meglio il derby di domenica prossima con il Porto Sant’Elpidio.
Ad analizzare la situazione, come ogni martedì alla ripresa, è mister Stefano Senigagliesi.

Mister, riavvolgiamo un attimo il nastro. Subito in vantaggio, la Sangiustese si è difesa bene nell’arco dei 90’, poi quel gol proprio allo scadere e la pugnalata finale all’ultimo secondo. C’è qualche rammarico?

Quando perdi all’ultimo secondo rammarico e delusione sono normali. Al di là di tutto, quando si cade sulla linea del traguardo rimane sempre un po’ di amaro in bocca. Domenica siamo partiti bene, poi in realtà il vantaggio ci ha tolto delle sicurezze. Ci siamo preoccupati troppo del risultato e di difenderlo, ingolfandoci un po’ nel gioco. Loro attaccavano in maniera veemente, noi abbiamo avuto un po’ meno lucidità del solito, contro un avversario che vinceva tutti i duelli aerei e fisici, costringendoci a perdere metri. Il risultato dispiace, ma pazienza! Come ho già detto domenica, perdere a Pineto ci sta, forse però abbiamo scelto il modo peggiore.

Con il senno di poi, rifarebbe tutto allo stesso modo cambierebbe qualcosa nella gestione della gara?

Visto che ho perso, cambierei tutto (sorride). Certamente proverei altre cose, ma questi sono i classici discorsi da bar. Dopo è tutto molto semplice, prima purtroppo non lo è.

Nelle occasioni precedenti la Sangiustese era passata in svantaggio poi aveva reagito, in questo caso la dinamica è stata opposta.

Speriamo di non dovere augurarci di passare sempre in svantaggio. Credo che quello di domenica sia uno di quegli episodi che fanno parte della casualità del calcio, soprattutto per noi perché era proprio l’ultimo secondo. La palla è entrata mentre l’arbitro stava fischiando la fine. In questo caso c’è di mezzo una straordinaria capacità tecnica, balistica e intuitiva di Amadio. Il gol dimostra quanto sia importante il pensiero tattico al di là delle capacità personali di un giocatore: Amadio ha capito dove poteva finire la palla, mettendola tesa dentro l’area e sperando che potesse capitare qualcosa di particolare. È andata proprio così.

Domenica un altro derby con una neo-promossa, questa volta è il turno del Porto Sant’Elpidio. Che avversario sarà?

Secondo me pericolosissimo, la gara reca in sè un grande trabocchetto. C’è ancora l’entusiasmo derivante dalla passata stagione, non ci sono nomi altisonanti come del resto da noi, però la squadra di Mengo sa stare sul campo e ha logica. Dovremo stare molto attenti.

C’è stata qualche sorpresa nell’ultimo turno o tutto secondo i pronostici?

Neanche mi ricordo i risultati, mi sto preoccupando molto poco degli altri, così come faccio tutto l’anno, concentrandomi solo sulla Sangiustese. Tutto sommato mi sembra comunque che le cose siano andate come dovevano andare. Ho visto un po’ di Tolentino - Campobasso, ricevendo una grande impressione dei molisani. Credo che alla lunga tra loro, la Recanatese, il Matelica ed Pineto uscirà la vincente del campionato.