Serie D: quest'estate sarà più dura essere ripescati. Vi spieghiamo perché

19.06.2022 12:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    vedi letture
Serie D: quest'estate sarà più dura essere ripescati. Vi spieghiamo perché

Come ogni estate da tanti anni a questa parte, il capitolo ripescaggio tiene banco nei campionati italiani e, tra questi, c'è sicuramente quello di serie D. Tra le squadre retrocesse e quelle che hanno perso per un pelo la possibilità di essere promosse, sono tante le società interessate al tema. Per la stagione 2022-2023, però, essere ripescati in serie D sarà molto più complicato rispetto agli ultimi anni. Vi spieghiamo il perché.

Il motivo è in realtà molto semplice: la scorsa estate, in maniera del tutto straordinaria, il consiglio direttivo della Lega Nazionale Dilettanti deliberò un cambio format per la serie D 2021-2022, passando dalle 162 squadre canoniche a 166. Una misura, ripetiamo, straordinaria: da questa stagione 2022-2023, infatti, si tornerà alle consuete 162 squadre.

Dopo le ultime sette promozioni che arriveranno dalle sette finali play-off nazionali (CLICCA QUI), la serie D conterà 172 squadre. Per questo motivo, molte società che non si iscriveranno non verranno sostituite, poiché bisogna tornare al vecchio format. Chiaramente questo non significa che non ci saranno ripescaggi, poiché i passaggi sono tanti e, nelle occasioni in cui ci si troverà con un numero di squadre dispari, ci sarà automaticamente un ripescaggio per arrivare ad un numero pari. L'estate sarà lunga, vedremo quello che succederà.