Siracusa in festa per il centenario: ora tocca a Spinelli. Patron Ricci: «Faremo di tutto per centrare la Serie C»

Il Siracusa festeggia con striscioni e fuochi pirotecnici i cento anni al “Nicola De Simone” con oltre mille tifosi ed i massimi dirigenti del club.Il 2 aprile presentato Spinelli ex giocatore azzurro. Domenica l’incontro clou con il Trapani.
03.04.2024 17:30 di Pippo Franzò   vedi letture
Siracusa in festa per il centenario: ora tocca a Spinelli. Patron Ricci: «Faremo di tutto per centrare la Serie C»

Si è raggiunto un traguardo importante, festeggiare i cento anni (1924-2024) per il Siracusa calcio, sempre con l’amore dei tifosi per i colori azzurri che è infinito, e continua ad esserlo ancora oggi in qualsiasi categoria giochi. I festeggiamenti sono iniziati nel primo pomeriggio del’1° aprile, e sono terminati nella tarda serata con il taglio di una grande torta a centro del campo sportivo con su scritto “Primo aprile 1924, un secolo di azzurro – 100” con il presidente Ricci, l’A.D Montagno, l’assessore allo sport di Siracusa Giuseppe Gibilisco, e il D.G. Guglielmino immortalati mentre tagliano la torta.  

Il presidente Ricci in mezzo ai tifosi che festeggiavano ha detto: ”Entro giugno 2025, fine del centenario azzurro, faremo di tutto per centrare la Serie C. Quest’anno abbiamo incontrato un Trapani più forte di noi, ma adesso pensiamo ai playoff e al ripescaggio”. 

Finita la festa, i dirigenti si sono subito tuffati nel calcio giocato e hanno presentato alla stampa il giorno successivo il nuovo tecnico: l’argentino Fernando Horacio Spinelli che sostituisce Gaspare Cacciola per questo finale di campionato e per i playoff, dove gli azzurri puntano a vincerlo. Solo così si può fare richiesta di ripescaggio poiché il Siracusa attualmente è primo in una graduatoria, anche se incompleta, che gli consente di partire favorito per la classifica finale, e quindi essere ripescato in Serie C.

Per quanto riguarda il cambio tecnico è arrivato dopo alcuni giorni di riflessioni da parte dello staff dirigenziale. Il campanello d’allarme è scattato dalla sconfitta con il San Luca, per poi continuare con il pareggio con la Città di Sant’Agata, fino ad arrivare al pareggio risicato e molto contestato dai supporter azzurri con il Ragusa in casa.  Una discesa negativa di gioco della squadra, che se non si fosse posto un freno in tempo utile si sarebbe potuto compromettere il secondo posto, e di conseguenza l’esito finale dei playoff. Il presidente Ricci, coadiuvato da Montagno e Guglielmino, decide di dare una scossa alla squadra per invertire la rotta cambiando il tecnico. Si chiude il rapporto tecnico con Gaspare Cacciola ed arriva direttamente dal settore giovanile azzurro Fernando Horacio Spinelli, ex giocatore aretuseo con più di 160 presenze. Spinelli viene direttamente promosso in prima squadra dall’Under 19. 

Ridisegnato il nuovo staff tecnico del Siracusa Calcio 1924: Ferdinando Horacio Spinelli allenatore, Carmine Giordano viceallenatore, Graziano Urso preparatore dei portieri, Prof. Marco Aliffi preparatore atletico, e Francesco Atanasio collaboratore tecnico. Fernando Spinelli persona di poco parole ma di fatti concreti, si è presentato alla stampa così: ”Conosco la cultura e dell’impegno. Siamo un ottimo gruppo che dobbiamo riportare l’entusiasmo che c’era ad inizio campionato. Domenica una sfida dura e tosta contro il Trapani (ex giocatore del Trapani che portò in Serie B), ma  noi l’affronteremo con le giuste motivazioni, perché abbiamo l’obbligo di giocarci le nostre chance fino in fondo“.