Sorrento, Simone Figliolia: "Dopo il gol tutto è diverso..."

10.12.2019 01:00 di Elena Gestra   Vedi letture
Sorrento, Simone Figliolia: "Dopo il gol tutto è diverso..."

Il Sorrento gli ha dato fiducia e lui l’ha ripagata ancora una volta con una bella prestazione e il primo gol dopo otto mesi d’infortunio: una marcatura che ha fatto emozionare Simone Figliolia che commenta così il successo con la Team Altamura: “Quella di domenica con la Team Altamura è stata una partita combattuta palla su palla. Abbiamo trovato una formazione ostica e rinvigorita da tre acquisti di qualità. L’avevamo studiata a preparata bene sotto la guida del tecnico Maiuri che è la nostra arma in più. E’ stato bravo Herrera a realizzare e poi io a chiuderla”.

Il gol: “Bonanno ha servito Masullo che ha guardato in mezzo e io inserendomi ho realizzato con un piatto sinistro”.

L’Emozione: “Quando la palla è entrata ho capito ben poco. Mentre entrava mi sono passati gli otto mesi difficili e di duro lavoro per recuperare dall’infortunio che mi ha portato via tempo: mentalmente mi serviva questo gol per sbloccarmi”.

Il cammino: “Puntiamo a vincere quante più partite possibili anche se non siamo i favoriti. Stiamo facendo qualcosa d’importante e vogliamo continuare a stupire. Ci credevamo dal primo giorno di ritiro: vedremo a fine campionato in quale posizione ci troveremo. Nelle prime tre partite avevamo conquistato un solo punto senza mai abbatterci tanto che siamo al dodicesimo risultato utile consecutivo. Non dobbiamo sentirci appagati”.

Sensazioni: “Dopo il gol è tutto diverso: so che devo lavorare ancora perché sono soltanto al 70%, Per un attaccante realizzare una marcatura è importante: non dev’essere un punto d’arrivo perché voglio che questa stagione sia importante sia per me che per il Sorrento”.

Dedica e ringraziamenti: “Dedico il gol alla mia famiglia e alla mia ragazza che per quasi otto mesi mi sono stati vicini confortandomi sempre: non mi hanno mai fatto sentire abbattuto. Ringrazio la società del Sorrento, i presidenti e il ds Antonio Amodio. Quest’ultimo ripone in me una gran fiducia. Non voglio deludere nessuno anche perché sento questa maglia una seconda pelle. Voglio sempre di più”.