Bastida, Garlaschi getta la spugna: "Impossibile proseguire"

Promozione Lombardia
16.05.2019 06:30 di Massimo Poerio   Vedi letture
Fonte: la provincia pavese
Bastida, Garlaschi getta la spugna: "Impossibile proseguire"

Il mondo del calcio provinciale rischia di perdere una società di primo piano come il Bastida. L'attuale dirigenza del club biancorosso, guidata dal presidente Gianmarco Garlaschi, è intenzionata a disimpegnarsi dopo 11 anni pieni di soddisfazioni. Se non ci saranno nuovi ingressi in società, Bastida potrebbe quindi restare senza calcio.

«Dopo un lungo dibattito al nostro interno abbiamo deciso di prenderci una pausa di riflessione, essendo venuti a mancare alcuni presupposti di tipo economico e di risorse umane disponibili a dare un supporto operativo. Una delle linee guida della nostra società è da sempre quella di pianificare in modo corretto la stagione, minimizzando gli imprevisti che si possono presentare lungo il percorso. In questo momento, quindi, non riteniamo opportuno avviare una nuova stagione con troppi elementi di incertezza», spiega il presidente Gianmarco Garlaschi.

Una decisione presa a malincuore dalla società biancorossa: «Abbiamo rilevato la società 11 anni fa in una situazione difficile e ci siamo impegnati a mantenere il calcio a Bastida. Dopo un primo periodo di rodaggio siamo riusciti a costruire una società solida e una squadra competitiva che, al di sopra di ogni aspettativa, ha raggiunto lo storico traguardo della Promozione, mantenendolo per due anni consecutivi. E' stata un'avventura bellissima, stimolante, ma molto impegnativa. In questo momento, per problemi lavorativi, avrei meno tempo per seguire la squadra e per esperienza ho imparato che il presidente deve essere presente e vicino alla squadra, nei momenti belli, ma soprattutto in quelli brutti. Alcuni collaboratori storici, dopo 11 anni, ci hanno comunicato la loro intenzione di dedicarsi di più alla famiglia e anche gli sponsor, per le difficoltà economiche contingenti, faticano ad aiutarci. Siamo persone serie e corrette e non vogliamo iniziare una stagione senza la necessaria stabilità».

Il massimo dirigente del Bastida si augura che possa avvicinarsi qualcuno al Bastida per dare un futuro al club: «La società è pulita, ha onorato tutti gli impegni e i conti sono in ordine. L'auspicio è quello di trovare qualcuno che si faccia avanti, pronto a rilevare il comando della società. Noi siamo pronti a dare tutto il supporto possibile. Se arrivasse linfa nuova in società sono convinto che si riaccenderebbe l'entusiasmo anche nella nostra dirigenza, un po' logora dopo questi 11 anni in cui abbiamo fatto tutto in 5-6 persone. Voglio ringraziare tutti quelli che sono passati dal Bastida, dagli allenatori ai giocatori, e che hanno contribuito a creare un club molto famigliare. Un grazie va anche alle giunte comunali di Bastida che ci hanno sempre aiutato in questi anni».