Casertana, quella contro il Sorrento è una chiamata per la Serie C

24.11.2022 09:45 di Anna Laura Giannini   vedi letture
Fonte: Nico Marotta - Il Mattino
Casertana, quella contro il Sorrento è una chiamata per la Serie C
© foto di NotiziarioCalcio.com

Assalto al primato. I tifosi della Casertana ci credono e si preparano all’esodo verso Sorrento dove domenica i falchetti affronteranno la capolista. Sono già centinaia i biglietti venduti per il settore ospiti dello stadio Italia. In costiera si prevede un numero di tifosi rossoblù da record per la categoria. La prevendita è incominciata soltanto martedì ma la fibrillazione dei supporters casertani è evidente già adesso. Anche il tifo organizzato è pronto a muoversi in massa ed ha messo a disposizione un autobus per raggiungere Sorrento. Si preannuncia una trasferta da categoria superiore con un pubblico di molto più numeroso rispetto ai circa 300 che ad inizio stagione seguirono la Casertana a Cassino. C’è aria da grande partita, il sentore che domenica possa celebrarsi il definitivo salto in avanti di una squadra, come quella rossoblù, che da tutti gli addetti ai lavori è accreditata come la favorita alla promozione. E come spesso hanno detto Parlato prima e Panarelli dopo, il supporto della tifoseria per la squadra può essere un’arma in più quasi decisiva.

Numerosi gli appelli al tifo da parte del nuovo tecnico nelle scorse settimane: «Dobbiamo essere uniti, i tifosi ci siano vicini». Lo ha ripetuto più volte e domenica sarà certamente premiato più ancora di quanto ac- caduto in passato. La tifoseria non ha mai fatto mancare il suo supporto alla squadra, nemmeno in Sardegna, ma domenica si registreranno numeri da esodo. Supporto del tifo che la squadra non deve trasformare, come già accaduto altre volte quest’anno, in pressione intollerabile. Nervi saldi e testa lucida, questo serve alla Casertana e spesso questo gli è mancato in passato. Anche domenica, contro l’Uri, nel giorno in cui si è brindato alla ritrovata vena realizzativa in attaco, il black out c’è stato e sul 3-0 i falchetti hanno consentito agli avversari di rientrare in partita sul 3-2 per poi dominarli definitivamente con il 5-3 finale. Quei tre gol subiti Panarelli non li ha proprio graditi.

In sala stampa lo ha detto non dissimulando in ogni caso la soddisfazione per il successo. Ai calciatori il messaggio lo ha mandato con più nitida chiarezza. Si evince limpidamente da un video pubblicato sui social dalla stessa Casertana. Nonostante fosse finita la gara della sua prima vittoria in rossoblù, Panarelli, è entrato nel cerchio formato dai calciatori dopo il triplice fischio e ha detto ad alta voce che una squadra che vuole vincere il campionato quei gol proprio non può permetterseli per poi aggiungere: «Perché siamo forti ed abbiamo le qualità». Bastone e carota, quella che serve ad una squadra fatta di giocatori forti ma anche di tanti ‘bravi ragazzi’ a volte, in questa stagione, troppo coinvolti dalla pressione di dover vincere per forza.