Sorrento, il ds Amodio: «Lavello impressionante, ma concede troppo. Taranto la più solida»

28.01.2021 13:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Sorrento, il ds Amodio: «Lavello impressionante, ma concede troppo. Taranto la più solida»

Antonio Amodio, direttore sportivo del Sorrento, ha rilasciato un'intervista a Giornale Rossoblu:

Dopo il rinvio della gara contro la Puteolana, la gara di Mercoledì contro il Casarano potrebbe essere a rischio?

Si, potrebbe. In settimana faremo i tamponi, però avendo almeno 10 o 11 casi positivi credo sia a rischio anche la partita contro il Casarano visto che si gioca di Mercoledì.

Come sta lo spogliatoio dopo le polemiche della partita persa contro il Portici?

È stata forse l’unica partita che abbiamo sbagliato quella con il Portici. Avevamo diverse assenze, ma ciò non è un alibi. Le polemiche le lasciamo alle spalle perché sappiamo di aver sbagliato approccio. Stiamo facendo un grande campionato, è una partita da archiviare e bisogna andare avanti.

Secondo lei fin dove si può spingere questo Sorrento?

Noi prima dello stop eravamo una delle migliori squadre, perché eravamo in prima posizione a +5 dalle inseguitrici. Poi sicuramente qualcosa sta girando storto in questo periodo, ci aspettavamo di fare qualche punto in più nonostante abbiamo affrontato ottime squadre. Bisogna anche dire che magari ad inizio campionato abbiamo portato a casa punti che non meritavamo, però nel calcio torna tutto, quindi ci dobbiamo rimettere in carreggiata. L’ obiettivo primario è la salvezza, poi credo che la squadra se la possa giocare con tutti.

Riguardo al mercato invece ci saranno altri colpi in entrata e in uscita?

Prima di tutto dobbiamo lavorare sulle uscite, abbiamo messo sul mercato Costantino e Mancino. Dobbiamo anche valutare la situazione di Cacace il quale ha una visita la prossima settimana per capire le sue condizioni dopo l’infortunio. Se riusciremo a recuperarlo secondo me bisogna far partire un altro difensore. Abbiamo preso Russo dal Fasano come sostituto, ma l’infortunio sembrava molto più grave, perché inizialmente pensavamo che fossero interessati i legamenti, invece così non è. Infine dobbiamo capire se intervenire sul parco under, abbiamo per esempio un classe 2003 di proprietà della Spal che deve tornare a Ferrara.

Cosa ne pensa del Taranto di mister Laterza?

Quando abbiamo giocato a Taranto ho detto che mi piace molto come squadra. Ha un allenatore in gamba ed umile, viene dal Fasano dove ha fatto bene. Secondo me si sono capiti gli errori del passato e quest’anno potrebbe essere quello buono. Hanno preso un gran giocatore come Tissone oltre che Diaz, quindi sicuramente se la giocheranno fino alla fine per la vittoria del campionato.

Dopo queste prime giornate chi crede che saranno le principali antagoniste per il titolo?

Alla fine la classifica è quella. Le 3 o 4 squadre che se la giocheranno secondo me sono Picerno, Casarano, Lavello e Taranto. Il Bitonto è partito male e purtroppo ora è un pò distante.

Nonostante il girone di andata non sia finito, qual è la squadra che vi ha più impressionato?

Dal punto di vista del calcio espresso sicuramente il Lavello. Forse concede un pò troppo, ma mi ha impressionato. Come squadra solida e organizzata vedo invece proprio il Taranto.