Oggi l’Assemblea Elettiva della FIGC: Gravina e Sibilia in corsa per la presidenza

22.02.2021 10:10 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
 Oggi l’Assemblea Elettiva della FIGC: Gravina e Sibilia in corsa per la presidenza

Tutto pronto per l’Assemblea Elettiva della FIGC, in programma oggi (ore 8 in prima convocazione, 10.30 in seconda convocazione) presso il Rome Cavalieri A Waldorf Astoria. L’Assemblea e la Conferenza stampa del presidente eletto, che si terrà al termine dell’Assemblea, saranno trasmesse in streaming sul sito www.figc.it. I due candidati alla presidenza sono Gabriele Gravina, alla guida della Federcalcio dal 22 ottobre 2018, e Cosimo Sibilia: la candidatura di Gravina è stata sottoscritta da Lega Serie A, Lega Serie B, Lega Pro, AIC e AIAC, mentre quella di Sibilia dalla Lega Nazionale Dilettanti.

L’Assemblea si compone di 276 Delegati, i quali intervengono in rappresentanza delle società della Lega Nazionale Professionisti Serie A (LNP Serie A), della Lega Nazionale Professionisti Serie B (LNP Serie B), della Lega Italiana Calcio Professionistico (Lega Pro), della Lega Nazionale Dilettanti (LND), degli atleti, dei tecnici, dell’Associazione Italiana Arbitri (AIA). I Delegati per le società delle Leghe professionistiche sono i Presidenti dei club (20 LNP Serie A, 20 LNP Serie B, 58 Lega Pro) o i loro rappresentanti; i Delegati per le società della LND (91), per gli atleti (52), per i tecnici (26) e per gli ufficiali di gara (9) sono quelli eletti secondo i rispettivi regolamenti. Ai fini del calcolo delle maggioranze, il complesso dei voti spettanti ai Delegati è pari a 516. A tal fine, al voto di ciascuno dei Delegati è attribuita la seguente ponderazione: LNP Serie A 3,10; LNP Serie B: 1,29; Lega Pro: 1,51; LND: 1,93; Atleti e Tecnici 1,98; AIA: 1,15.

Le votazioni avranno luogo a scrutinio segreto con sistema di voto elettronico. Il Presidente Federale sarà eletto con la metà più uno dei voti esprimibili dai presenti accreditati in Assemblea. Per individuare il presidente eletto verranno effettuati sino a tre scrutini.