Acli Campobasso e Campodipietra, Guglielmi: "Il Guglionesi ci studiò..."

Eccellenza Molise
10.10.2019 18:30 di Giovanni Pisano   Vedi letture
Acli Campobasso e Campodipietra, Guglielmi: "Il Guglionesi ci studiò..."

Quattro vittorie nelle ultime quattro gare di campionato hanno proiettato le Acli Campobasso e Campodipietra nella zona nobile della classifica nel campionato di Eccellenza molisana. Vittorie che fanno il paio con il pari ottenuto mercoledì in coppa Italia (1-1) nell’andata dei quarti di finale della competizione tricolore a Sesto Campano. E’ un momento d’oro quindi per la squadra di Mario Cordone che non vuole certo accontentarsi. Sabato sulla strada di Borreca e compagni ci sarà il Venafro di mister Bernardi, avversario ostico che i rossoblù affronteranno con la giusta grinta e la giusta determinazione. A fare il punto sul momento della squadra è Carmine Guglielmi. “Le quattro vittorie consecutive e il pari in coppa contro il Sesto Campano ci hanno rilanciato dopo il passo falso di Roccasicura dove abbiamo affrontato la partita in maniera sbagliata. Era la prima, dovevamo ancora meccanizzare delle situazioni che il mister ci aveva proposto e questo ha influito. Poi strada facendo abbiamo vinto partite in serie e acquisito fiducia andando avanti sulle ali dell’entusiasmo”.

Oltre ai punti sono arrivate anche le buone prestazioni e questo è certamente un segnale importante in prospettiva futura. Condivide?

“Abbiamo offerto delle ottime prestazioni. Forse la meno bella a livello di gioco è stata, a mio parere, quella contro il Guglionesi. L’impressione che ho avuto dal campo è che loro ci avessero studiato in un certo modo infatti cercavano di non farci uscire con palla a terra dalla difesa bloccando le nostre fonti di gioco. Ripeto, l’ultima è stata forse la meno brillante ma le altre le abbiamo giocate alla grande”.

Mister Cordone vuole un calcio propositivo con l’impostazione dell’azione che parte dalla difesa. E’ un sistema di gioco che potrà portarvi lontano. E’ così?

“Giocare a calcio cercando di proporre sempre le proprie idee secondo me aiuta tantissimo la squadra ad arrivare al successo. Questo è un aspetto sul quale mi sono sempre esposto e condivido in pieno l’idea di gioco di mister Cordone”.

Il campionato è lungo, il Campodipietra potrà sicuramente essere a contatto con le prime e lottare per un posto nei playoff. Condivide?

“E’ un campionato molto livellato. Speriamo di rimanere attaccati il più possibile al treno delle prime. Ci manca un po’ di esperienza rispetto alle squadre che sono attualmente davanti ma cercheremo di fare come sempre il massimo”.

Sabato ci sarà la trasferta di Venafro, tappa importante per il vostro cammino. E’ un match insidioso, concorda?

“Assolutamente sì. Incontreremo una squadra allestita per puntare al vertice quindi ci aspettiamo una battaglia sportiva Hanno un allenatore che conosco benissimo perché abbiamo giocato insieme tanti anni e so che ama far giocare  a calcio le sue squadre. Mi aspetto una partita molto interessante”.

Società e staff tecnico hanno lavorato nella maniera migliore per allestire un organico di buon livello. La strada intrapresa è quella giusta?

“La società come sempre, da quando ci sono io cerca di metterci a disposizione sempre il massimo. Non ci ha mai fatto mancare nulla sia sotto l’aspetto tecnico visto che ha cercato di migliorare sempre l’organico, sia dal punto di vista organizzativo. E’ una società come poche nel campionato di Eccellenza”.

Dal punto di vista personale quali sono le sue aspettative?

“Continuo a ripetere che dal punto di vista personale non mi soffermo sui gol e su altro. Sicuramente spero di fornire sempre prestazioni all’altezza che aiutino la squadra ad arrivare alla vittoria e diciamo che ultimamente ci sto anche riuscendo. A 34 anni lavoro comunque per migliorare ancora e alla fine magari regalare a questa società un obiettivo importante che sicuramente merita. Come anche noi giocatori e lo staff tecnico perché posso garantire che mettiamo sempre il massimo in ogni allenamento e in ogni partita”.