Alessandria, mister Gregucci: «In questo momento offriamo prestazioni una diversa dall’altra»

22.11.2020 12:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Fonte: grigionline
Alessandria, mister Gregucci: «In questo momento offriamo prestazioni una diversa dall’altra»

Si complica ulteriormente il campionato dell’Alessandria, uscita sconfitta nel match con il Renate (leggi anche Renate-Alessandria 2-1, nerazzurri superiori ed Eusepi non basta) ancor più di quanto non dica il risultato finale. Al termine dell’incontro il tecnico dei grigi Angelo Gregucci fatica a trovare le spiegazioni giuste per il nuovo passo falso della sua squadra.

“Non abbiamo dato l’idea di solidità. Siamo una squadra che fa cose alterne e subiamo troppi gol. Dobbiamo lavorare su quest’aspetto per creare una squadra più solida. Le scelte iniziali? Ho una rosa di ragazzi in gamba ed Eusepi era comunque della partita, è entrato ed ha fatto la partita. Quando la gara stava girando sotto il nostro controllo abbiamo commesso delle ingenuità, per questo dico che la ricerca di solidità deve essere il nostro primo obiettivo. Lasciamo agli avversari opportunità che una squadra non deve dare. Paradossalmente abbiamo preso il secondo gol quando stavamo controllando maggiormente la partita. E questo non può accadere”.

La quinta sconfitta in dodici gare, però, è molto pesante. “L’obiettivo della solidità è da raggiungere immediatamente, in questo momento offriamo prestazioni una diversa dall’altra. Oggi ho avuto la sensazione che la squadra, quando stava controllando la gara, abbia commesso leggerezze che paghiamo a carissimo prezzo. Per questo insisto sulla solidità e sulla mentalità, proprio perché oggi l’avversario non ha avuto bisogno di fare cose straordinarie. Abbiamo perso campo perdendo i contrasti concedendo agli avversari di rendersi pericolosi con troppa facilità. La squadra deve lavorare sull’aspetto della compattezza, altrimenti continueremo a fare prestazioni alternate”.

Dovrebbero essere i più esperti a dare compattezza. “Lavoreremo su questo - ha concluso Gregucci - le parole e le analisi servono a poco, serve lavoro sul campo”.