Vecchi difetti: Nardò alle prese col problema del gol

27.02.2024 21:00 di Davide Guardabascio   vedi letture
Fonte: Corriere dello Sport
Vecchi difetti: Nardò alle prese col problema del gol

Da meno quattro a meno sette, nel giro di una settimana. Il Nardò perde lo scontro diretto contro l’Altamura aumentando quindi il divario con la vetta e con la possibilità di rendere più concreto quel finale di stagione tanto sognato. Ci sono ancora 10 partite a disposizione, da qui alla fine del campionato, e tutti i giochi sono ancora aperti ma, di certo, al Nardò serve con urgenza un cambio di rotta. L’esonero di Ragno e l’arrivo in panchina di mister Costantino hanno portato qualche cambiamento ma non il risultato sperato, sicuramente ben lontano dalla sconfitta, la settimana stagionale e la terza consecutiva.

Il 4-3-1-2 di Costantino ha sacrificato in panchina Gentile e affidato il centrocampo a Addae con Guadalupi in posizione più esterna, Ceccarini dietro la coppia di attacco Dambros Ferreira. Un cambiamento valutato dal tecnico in soli tre giorni dal suo arrivo ma comunque con una motivazione precisa: «Avevamo preparato la partita in modo da creare difficoltà sulla loro sinistra ha spiegato Costantino e ci siamo riusciti tante volte perché sulla nostra destra abbiamo messo sei palloni importantissimi tra cui quello di Guadalupi sul secondo palo.

Lui aveva proprio questo compito inserirsi da mezzala sul secondo palo. Nel calcio bisogna dare più soluzioni, tentare di trovare delle alternative ed è questo che ho cercato di fare. Sono contento di come la squadra ha tenuto il campo e interpreto la partita,per larghi tratti siamo stati una squadra che sapeva quello che faceva e padrona del gioco».

Una squadra propositiva sì ma che non trova il gol confermando una sterilità offensiva che inizia a pesare, verso la quale la nuova guida tecnica dovrà davvero trovare una soluzione o un’alternativa capace di far tornare il Toro a vincere. Perché se è vero, da un lato che i numeri non contano, come lo stesso tecnico ha affermato, e che le somme si tireranno solo all’ultima giornata, dall’altro è sicuramente fondamentale fare risultato per dare le spalle a questo periodo negativo e restituire valore ad un campionato che potrebbe ancora dare soddisfazioni.