Palermo, voci sulle prime cinque conferme per la prossima stagione

17.05.2020 10:38 di Redazione NotiziarioCalcio.com   Vedi letture
Fonte: mediagol
Palermo, voci sulle prime cinque conferme per la prossima stagione

"Un punto di forza da confermare in blocco (o quasi) anche tra i professionisti". Apre così l'edizione de Il Giornale di Sicilia parlando della retroguardia del Palermo. Il club rosanero, che attende di conoscere il verdetto finale di Figc e Lega sul campionato di Serie D, lavora già da qualche settimana in ottica della prossima stagione, visto che è praticamene quasi impossibile che si ritorni in campo. Per quanto concerne la difesa, la società di viale del Fante sembra intenzionata a confermarla in blocco. Prima della sosta forzata dovuta all'emergenza sanitaria i rosanero avevano subito 16 reti in ventisei gare disputata, seconda miglior difesa tra tutti gironi di Serie D. Meglio del Palermo solamente il Bitonto che ha incassato 10 reti nello stesso numero di gare giocate. Col ritorno tra i professionisti il Palermo vuole ripartire dalla buona ossatura costruita la scorsa estate: "Tre titolari su cinque, portiere incluso, hanno esperienze di lungo corso tra Serie A e Serie B. In più, due degli under che la società intende trattenere si trovano proprio in difesa, forti delle prestazioni convincenti mostrate nel corso dell’ultima stagione. I numeri, d’altronde, parlano a favore del Palermo, che tra le nove capolista in attesa del verdetto definitivo sulla promozione in C è quella con la seconda miglior difesa dell’intero torneo", si legge. Pelagotti, Crivello e Lancini hanno già diverse esperienze tra i professionisti, mentre i giovani Doda e Peretti si sono conquistati la stima di gruppo e dirigenti attraverso le ottime prestazioni fornite sul campo. L'albanese è di proprietà del Palermo, mentre il cartellino di Peretti è dell'Hellas Verona, col club rosanero che ha intenzione di provare a trovare una soluzione con la società scaligera: "Cinque nomi su cui il Palermo vuole continuare a fare affidamento anche nel campionato che verrà, aspettando la certezza di potersi proiettare verso il ritorno in Serie C. Una categoria che, in viale del Fante, sperano possa essere solo di passaggio", conclude il quotidiano.