Alessandria, Di Masi: «Due trattative per vendere, ma siamo lontani...»

22.09.2022 15:15 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    vedi letture
Alessandria, Di Masi: «Due trattative per vendere, ma siamo lontani...»

Aggiornamento importante sulla cessione dell'Alessandria arriva direttamente dal presidente Luca Di Masi. Il numero uno dei Grigi ha infatti raccontato al quotidiano torinese "La Stampa" l'attuale situazione.

Queste le parole di Di Masi: «Mi spiace innanzi tutto che si crei un clima d’incertezza intorno alla squadra e, nello specifico, nei confronti dell’allenatore il quale deve invece concentrarsi sul lavoro che sta facendo. Io tengo davvero molto al fatto che questi ragazzi crescano e voglio tutelarli. Perciò non vorrei che qualcuno provasse a farsi pubblicità mettendo in giro voci non vere, in particolare per quanto riguarda i tempi di chiusura delle trattative. Ci sono realmente due trattative serie che stiamo portando avanti, una delle quali si è avviata solo la settimana. C’è una proposta che entrambe le parti stanno vagliando e siamo rimasti d’accordo per risentirci a breve. In questa cordata comunque c’è poco di “laziale”, come è stato scritto, al massimo un 10%. Nelle settimane precedenti era stato un altro gruppo di imprenditori a manifestare interesse per acquisire la società ed anche in quel caso sono state avviate valutazioni da ambo le parti. C’è poi una terza ipotesi che, al momento, considero più remota. In tutti i casi si tratta di interlocutori italiani, sebbene io abbia recentemente avuto contatti anche con un imprenditore americano il quale, però, mi è sembrato maggiormente interessato alle strutture e al settore giovanile che alla società. Tengo a precisare che nessuna delle controparti con cui ho avuto a che fare ha mai parlato di direttori sportivi, allenatori o giocatori sebbene, immagino, possano avere loro idee per quanto riguarda la parte sportiva. Per il momento, quindi, nessuna situazione è realmente prossima alla conclusione e pensare si possa chiudere entro il mese di settembre mi sembra alquanto difficile. Sono troppi gli argomenti da approfondire».