La Ternana abbatte il Teramo e prova la fuga in classifica

22.11.2020 20:02 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Fonte: calciofere.it
La Ternana abbatte il Teramo e prova la fuga in classifica

Adesso, oltre ad essere il primo attacco del girone e d’Italia, Adesso la Ternana è anche la prima difesa dl suo campionato, togliendo il primato proprio al Teramo, squadra che i rossoverdi hanno battuto 3-0, portandoli a 7 reti incassate, tre delle quali solo al Liberati. Questa Ternana, dopo aver superato l’esame Bari, ha superato anche quello del Teramo. Dal doppio confronto di fuoco contro le sue due dirette antagoniste, la squadra di Cristiano Lucarelli esce con 6 sonori punti che segnano una vera e propria fuga in vetta alla classifica. Una Ternana che ha messo la freccia e prova a scomparire all’orizzonte dalla vista delle avversarie. Chiedere al Teramo, squadra seconda in classifica e arrivata a Terni per provare a fare un colpaccio. Teramo, comunque, frenato anche da una maggiore stanchezza rispetto ai rossoverdi, visto che veniva dal recupero in infrasettimanale della partita con il Foggia.

SBLOCCATA, MA NON CHIUSA. Ternana subito ubriacante. Il Teramo, con la sua difesa bunker, si è trovato a barcollare contro la dirompente corazzata offensiva rossoverde. Si registrano già nei primi dieci minuti  il gol del vantaggio segnato al 6′ da Partipilo con tiro da fuori area che ha sorpreso Lewandowski e altre due occasioni ghiotte in ripartenza per la squadra di Cristiano Lucarelli con l’estremo difensore stavolta decisivo nel metterci la pezza. Nella fase centrale della prima frazione, però, il Teramo ha provato a studiare qualche spazio in più e si è anche fatto pericoloso più di una volta dalle parti di Ianarilli, sebbene senza impensierirlo più di tanto. Ma al 31′, su un colpo di testa di Bunino da cross di Tentardini, si trema per la palla che esce di un soffio, finendo sull’esterno della rete. La risposta rossoverde, con un’altra palla a sfiorare il palo, è di Vantaggiato, pochi minuti dopo, da cross di Defendi. Nella seconda parte del primo tempo, la sfida si è fatta più equilibrata, una volta che la squadra ospite è riuscita a prendere di più le misure alla formazione rossoverde e ad avere anche le sue occasioni. Ultimi dieci minuti del tempo pieni di capopolgimenti di fronte, con tanta qualità in campo da parte di due squadre che hanno meritato di valere pienamente i primi due posti della classifica del girone.

IL LARGO.Il Secondo tempo è stato subito determinate e decisivo per la Ternana. Nonostante un inizio equilibrato, dopo pochi minuti è arrivato il fallo di mano in area di Soprano, che ha indotto l’arbitro ad assegnare il calcio di rigore alla squadra di casa. Dagli undici metri, il gol di Falletti per il 2-0. Immediata la reazione dei teramani. Due, le palle buone, entrambe capitate a Mungo, per provare almeno a riaprire il match. Nel primo caso però, una sua conclusione a botta sicura e da buona posizione ha trovato la parata di Iannarilli, mente nel secondo caso un colpo di testa eseguito non in modo impeccabile ha mancato il bersaglio. Paci, pur di tentare il tutto per tutto, ha cominciato a cambiare e a mandare in campo forze fresche nel reparto offensivo, come Bombagi, Di Francesco e Pinzauti. Ma sono stati i cambi di Lucarelli, ad essere ancora determinanti. Due nuovi entrati, infatti, hanno confezionato il 3-0, vale a dire Damian con un tiro ribattuto da Lewandowski e Torromino ad avventarsi su quella ribattuta e a firmare il gol. Partita praticamente nel congelatore. La Ternana, dopo essersela costruita, non ha potuto fare altro che amministrarsi da lì a fine gara questa prima vera fuga stagionale in vetta alla classifica.

Il tabellino.

TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli; Defendi, Boben, Kontek, Mammarella; Proietti (32’st Salzano), Palumbo (10’st Damian); Partipilo, Falletti (32’st Paghera), Furlan (24’st Torromino); Vantaggiato (24’st Raicevic).

In panchina: Vitali, Laverone, Russo, Diakité, Suagher, Onesti, Peralta. Allenatore: C.Lucarelli.

TERAMO (4-2-3-1): Lewandowski; Diakite, Piacentini, Soprano, Tentardini; Arrigoni, Santoro; Ilari (26’st Cappa), Mungo (34’st Di Francesco), Costa Ferreira (10’st Bombagi); Bunino (26’st Pinzauti).

In panchina: Valentini, Iotti, Trasciani, Celentano, Di Matteo, Viero, Birligea, Gerbi. Allenatore: M.Paci.

Arbitro: Cascone (Nocera Inferiore).