Calcioscommesse: mister Boncore (Rotonda) protagonista dell'inchiesta della Procura FIGC

22.04.2021 17:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Calcioscommesse: mister Boncore (Rotonda) protagonista dell'inchiesta della Procura FIGC

Per chi si sta interessando all'ultimo scandalo legato al calcioscommesse in serie D, sarà sicuramente saltato all'occhio un dato alquanto curioso: in diverse annata, con squadra diverse, viene citato mister Davide Boncore, attualmente al Rotonda, ironia della sorte una delle squadra coinvolte (CLICCA QUI per conoscere tutte le società coinvolte).

Andando in ordine di tempo, mister Boncore, all'epoca tecnico dell'Alcamo, nella stagione 2017-2018 rifiuta una combine proposta dal proprio presidente, che aveva, secondo la Procura, ricevuto un'offerta di 15 mila euro. Al termine della gara, mister Boncore rassegnò le proprie dimissioni, dopo che la combine non andò in porto proprio per il suo rifiuto.

Il 3 aprile 2019, invece, si gioca Troina-Rotonda; all'epoca mister Boncore era il tecnico dei siciliani. Secondo l'accusa, mister Boncore, sapendo dell'intenzione del proprio direttore sportivo di vendere la partita, rifiutò di sedersi in panchina, lasciando spazio al proprio secondo, Mirko Giovanni Ciadamidaro. La combine andò in porta: il Troina sbagliò propositamente una sostituzione ed intascò 34 mila euro per la propria sconfitta a tavolino.

Passiamo ora alla scorsa stagione. Il 23 febbraio si gioca Marsala-Troina, e qui le accuse sono pesanti: per la procura, mister Boncore aveva un accordo con il presidente avversario del Marsala, Domenica Cottone, per far vincere la squadra biancoblù. La combine non si realizzò per l'opposizione del tecnico di casa, Nicola Terranova.

Ultima gara, Troina-San Tommaso del 2 febbraio. Per l'accusa, il tecnico dei campani, mister Liquidato, chiese a mister Boncore, durante la gara, di terminare il match con un pareggio. In questa caso, Boncore rifiutò di combinare il match.