Campobasso, il ds De Angelis: «Qui pressioni mediatiche. Tre le nostre antagoniste»

23.11.2020 19:37 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Fonte: Fabio Ubaldi - tribunastadio
Campobasso, il ds De Angelis: «Qui pressioni mediatiche. Tre le nostre antagoniste»

Un campionato che dovrebbe riprendere il prossimo 6 dicembre, almeno nelle intenzioni della Lega Nazionale Dilettanti, con le gare programmate per la settima giornata, anche se continuano a registrarsi continui rinvii delle partite di recupero, l’ultimo dei quali quello della sfida tra Cynthialbalonga e Campobasso prevista per domenica 29. Di questa difficile situazione determinata dal Covid Marcello Temperi ne ha parlato proprio con il direttore sportivo del Campobasso Stefano De Angelis

Questa lunga sosta può creare dei problemi alla ripresa del campionato?     

“Siamo partiti con il piglio giusto ed ora questa sosta non ci voleva perché come saremo alla ripresa del campionato è un grosso punto interrogativo. Questo vale ovviamente per tutti, per cui cercheremo di farci trovare preparati”.

Come riuscite a superare i problemi creati dal Covid?

“Non è facile rispettare tutti i protocolli, ma la salute di tutti è la cosa più importante. Ci siamo organizzati con tutto quanto occorreva, ma è chiaro che per poter ripartire c’è bisogno di protocolli più chiari”.

Alla ripresa si giocherà ancora senza pubblico. Quanto conta per la squadra la presenza dei tifosi sugli spalti?

“Sicuramente giocare senza pubblico ci penalizza due volte. Solitamente alle nostre partite assistono ogni domenica circa tremila spettatori, il cui contributo manca sicuramente alla squadra. Inoltre da non trascurare gli aspetti economici che sono altrettanto importanti”.

Il Campobasso è la squadra da battere secondo molti addetti ai lavori. Percepite questa pressione?

“Abbiamo mantenuto la stessa ossatura dello scorso campionato nel quale eravamo secondi al momento dell’interruzione. Certamente vorremo fare meglio dello scorso campionato anche se non sarà facile. E’ chiaro che ci sono pressioni mediatiche e grandi aspettative visto che Campobasso è una piazza importante”.

In questo girone quali altre squadre potranno essere protagoniste?

“Recanatese, San Nicolò Notaresco, Pineto sono società bene attrezzate che possono fare bene. Poi ci sono le formazioni laziali che possono essere la sorpresa in un campionato molto equilibrato dove si può vincere e perdere con tutti”.