Cesena da scudetto: tre goal alla Pergolettese [IL VIDEO]

22.05.2019 18:30 di Francesco Vigliotti   Vedi letture
© Foto di Cesena Fc
© Foto di Cesena Fc

La Pergolettese, esce sconfitta dal “Dino Manuzzi” di Cesena per 3-1, ma si qualifica alla Final Four, come miglior seconda. Cesena, Avelino, Lecco e Pergolettese sono le quattro squadre che si contenderanno il titolo di Campione d’Italia Dilettanti, in campo neutro (ancora da comunicare dalla L.N.D). Si inizierà venerdì 31 maggio con le semifinali (accoppiamento a sorteggio), mentre la finale si giocherà domenica 2 giugno.

Venendo alla gara di oggi contro il Cesena, la Pergolettese, è scesa in campo iniziando bene la gara, andando vicino al gol dopo solo 1 minuto di gioco con Gullit che, liberato in area da Morello, davanti alla porta avversaria, ha perso l’equilibrio al momento del calcio a rete, mandando fuori la ghiotta occasione. Scampato il pericolo, il Cesena, sebbene a ritmo non irrefrenabile, ha preso in mano l’iniziativa, cercando di impensierire la porta difesa da Chiovenda. Gli spazi lasciati dai romagnoli, in questo frangente non sono stati sfruttati dai ragazzi di Contini, apparsi spuntati in avanti, con Gullit che ha litigato col terreno di gioco reso viscido dalla pioggia caduta prima e durante la prima parte di gara. Al 17’ la rete che sbloccato il risultato, grazie a un tiro da fuori area di Tola che ha sorpreso Chiovenda. Neanche il tempo di abbozzare una reazione che è arrivata la seconda rete del Cesena. Discesa di Valeri sulla sinistra che Manfroni non riesce ad arginare, cross a centro area dove Cappellini gira all’incrocio sul secondo palo. Una conclusione alta di Schiavini e due di Morello (ribattuta la prima e a lato la successiva conclusione) sono state le uniche opportunità ceate da Piras e compagni prima della pausa, per il Cesena da segnalare un mancato aggancio in area di Cappellini pescato da un lancio preciso in verticale di Alessandro. Alla ripresa delle ostilità, il gol che ha ridato speranze ai gialloblù, con il repentino gol di Panatti che ha superato Sarini, dopo che questo gli aveva respinto la prima conclusione. Al 53’ il terzo gol del Cesena con Cappellini (azione viziata da una spinta su Bakayoko non rilevata) che infila nell’angolino Chiovenda. A questo punto i locali, hanno arretrato la loro linea difensiva, con l’intento di portare a casa la vittoria nell’ultima apparizione davanti al proprio pubblico. Contini ha provato a cambiare qualche interprete, ma poche le occasioni create per poter superare la difesa di casa. Un paio di tiri di Villa e un rigore reclamato da Bortoluz (ammonito per proteste) per una vistosa spinta subita in area, hanno preceduto il fischio finale del direttore di gara, che ha dato il via ai festeggiamenti dei tifosi cesenati con i loro beniamini alla consegna della Coppa quali vincitori del girone F di serie D. Per la Pergolettese, apparsa più stanca degli avversari avendo giocato tre giorni prima (il Cesena domenica ha riposato) gli appalusi del gruppetto di tifosi giunti fino a Cesena nonostante il giorno feriale. Da venerdì 31 via alle semifinali, a coronamento di una stagione da incorniciare.

Cesena-Pergolettese 3-1

Cesena: Sarini, Zamagni, Rutjens, Viscomi, Marfella (8'st Mantovani), Tola (29'st Benassi), Campagna (29' st El Bouhali), Andreoli (40'st De Feudis) , Capellini, Valeri (35'st Ciofi), Alessandro. A disp. Agliardi, Ricciardo, Fortunato, Tortori. All. Angelini Giuseppe

Pergolettese: Chiovenda, Manfroni, Villa, Lucenti (29'st Flores Rivas), Fabbro, Bakayoko(11'st Bitihene), Piras (29' st Facciolla), Panatti, Gullit(11' st Bortoluz), Schiavini (11'st Cazzamalli), Morello. A disp. Stucchi, Fanti, Muchetti, Manzoni. All. Contini Matteo

Arbitro: sig. Morabito Salvatore della sez. di Taurianova

Assistenti: sig. Ferraioli Orlando della sez. di Nocera Inferiore e sig. De Nardi Simone della sez. di Conegliano

Reti: p.t.17° Tola (C), 23° Cappellini (C); s.t. 1° Panatti (P), 8° Cappellini (C)

Note: giornata parzialmente soleggiata, temp. 21°, terreno in perfette condizioni, spett. 1.600. Ammoniti: Bakayoko, Piras, Bortoluz angoli 2 a 2, rec. 1',4'