Castellarano, Guilouzi: "A dicembre abbiamo dato la sterzata"

Promozione Emilia Romagna
09.01.2020 07:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com   Vedi letture
Castellarano, Guilouzi: "A dicembre abbiamo dato la sterzata"

Il tempo delle amichevoli natalizie è terminato: domenica prossima 12 gennaio il campionato di Promozione riprenderà la propria corsa, con la disputa delle gare valevoli per il diciottesimo turno. Parlando più nel dettaglio del Castellarano, la prima di ritorno ha in serbo un derby tradizionale e sempre molto atteso: dalle ore 14.30 i nostri beniamini saranno di scena al "Torelli" di Scandiano, ovviamente per affrontare i padroni di casa targati Scandianese/Casalgrandese.

Gli azulgrana si apprestano a riprendere il cammino agonistico forti di ottime credenziali, maturate in particolar modo nel mese di dicembre: infatti, la compagine allenata da Roberto Lanzafame ha terminato il 2019 cogliendo tre successi consecutivi. Nella fattispecie, prima della pausa sono arrivate le vittorie su Polinago, Quarantolese e Fabbrico: purtroppo il duello con la Quarantolese è stato tramutato dal Giudice Sportivo in una sconfitta a tavolino, ma ciò comunque non toglie nulla all'assoluta qualità della prova che il Castellarano ha saputo fornire anche in quell'occasione.

Durante la sosta, i nostri beniamini sono sempre rimasti in movimento disputando due amichevoli con avversarie di Eccellenza: il bilancio parla di un successo (2-1 a Saliceta sulla Cittadella Vis San Paolo) e di un'onorevole sconfitta (3-2 a Castelvetro). Comunque sia il Castellarano ha saputo fornire ottimi riscontri in ambo le occasioni, fornendo prove pienamente in linea con le lusinghiere impressioni destate negli ultimi tempi.

"Ora ci apprestiamo a entrare in quella che sarà la vera fase decisiva della stagione, e siamo davvero motivatissimi - evidenzia l'esperto centrocampista azulgrana Ahmed Guilouzi, classe '90 - La fiducia che nutriamo nei confronti delle nostre potenzialità è sempre stata massima, fin da inizio stagione: tuttavia a dicembre siamo riusciti a dare una significativa accelerata al nostro rendimento, e ciò non deriva affatto dal caso. Durante la prima parte della stagione, abbiamo man mano saputo affinare e perfezionare l'identità di gioco che ci caratterizza: così siamo diventati sempre più concreti, acquisendo una crescente quantità di sicurezza nell'esprimerci in campo. Tutto questo, beninteso, senza dimenticare i grandi meriti che vanno attribuiti alla sapiente guida di mister Lanzafame: ora sappiamo sviluppare e applicare al meglio la sua concezione di calcio, e il momento d'oro che stiamo vivendo nasce pure da lì".

In mezzo a tutti questi pregi, Guilouzi, c'è anche qualche difetto che dovreste migliorare con particolare urgenza?

"Di difetti ne hanno tutte le squadre, e ogni formazione di qualsiasi categoria ha sempre dei margini di miglioramento: noi non facciamo certo eccezione, e adesso siamo ben lontani dall'avere la presunzione di sentirci "arrivati". Per continuare con fermezza il cammino verso l'alta classifica, dovremo proseguire il percorso di crescita con rinnovato slancio e con ulteriore determinazione: se ciascuno di noi saprà impegnarsi al massimo, come credo, sono certo che la conquista di un posto nei play off diventerà un obiettivo sempre più fattibile di settimana in settimana. Intanto, però, non facciamo voli pindarici: massima umiltà e concentrazione, in vista dell'impegnativo derby che ci attende".

E parliamo quindi della Scandianese/Casalgrandese: come vi presenterete?

"Dovremmo ancora essere privi dell'acciaccato Nicola Algeri. Lui sta recuperando, ma tutto lascia pensare che per domenica non sarà ancora pronto: confidiamo su un suo ritorno a partire dal 19, quando ospiteremo la Riese. Poi, mancherà di certo lo squalificato Davide Cotella: per il resto, al momento non sembrano profilarsi ulteriori problemi. Siamo in forma, sia fisicamente sia sotto l'aspetto psicologico".

Dunque, il ko a tavolino contro la Quarantolese non ha lasciato strascichi negativi?

"Eravamo preparati a una possibile sentenza sfavorevole, e dunque la sentenza non ha certo scalfito l'entusiasmo che ci anima. Ovviamente, perdere i tre punti dispiace sempre: d'altro canto, siamo confortati dalla piena consapevolezza di aver fatto il nostro dovere anche durante quela partita. Sul campo abbiamo superato la Quarantolese con pieno merito, e il 3-1 maturato al termine della gara non faceva proprio una grinza: ciò deve bastare per archiviare in modo definitivo l'inconveniente del ko a tavolino. Poi, la zona play off resta ugualmente alla portata: l'attuale distanza di 4 punti è tutt'altro che abissale, e ora sta a noi il compito di annullarla in fretta già a partire da domenica".

Quali sono le principali insidie che incontrerete nel duello con i boiardeschi?

"La Scandianese/Casalgrandese ha a disposizione un autentico goleador come Corbelli: lo conosciamo bene, specie considerando che lui è un grande ex di turno. Poi mister Emore Iemmi, allenatore d'esperienza che conosce la categoria come le proprie tasche. Ad ogni modo, ritengo che il Castellarano non abbia nulla da invidiare ai rossoblù: di conseguenza, abbiamo ottimi motivi per guardare con fiducia sia a questa sfida sia a quelli che saranno i confronti successivi. In vista del futuro, confidiamo poi di continuare ad avere un contributo di primo piano da parte dei nostri giovani: fin qui loro hanno fornito un apporto di notevole qualità, rivelandosi tra i principali valori aggiunti per il Castellarano. Per quanto concerne invece i più esperti, credo che un nome su tutti sia quello di Belfasti: grazie alla sua consistente esperienza in categorie superiori, lui ha davvero le carte in regola per essere risolutivo in ogni occasione".

A livello personale, come sta andando questa tua nuova annata nelle file azulgana?

"Al momento ho buoni motivi per delineare un bilancio positivo, anche perchè il fisico sta rispondendo bene: nella fase di andata ho disputato 15 gare su 17, e spero proprio di confermarmi su questi livelli di costanza anche durante il ritorno".