L’Imolese non guarda la classifica. Contro la Fermana in chiave salvezza

25.10.2020 00:30 di Francesco Vigliotti   Vedi letture
L’Imolese non guarda la classifica. Contro la Fermana in chiave salvezza
© foto di NotiziarioCalcio.com

Secondo match casalingo consecutivo, nella cornice dello stadio adottivo Gavagnin-Nocini di Verona, e terza partita in sette giorni per l’Imolese che domani (ore 17.30, incontro a porte chiuse) completerà il trittico marchigiano ospitando la Fermana. I gialloblù di Mister Mauro Antonioli hanno sbloccato la casella delle affermazioni stagionali proprio nell’ultima uscita interna contro il Gubbio (2-1) dopo aver occupato per qualche settimana i bassifondi della graduatoria del girone B in virtù dell’unico punticino raggranellato nel derby con la Sambenedettese (1-1).

La storia recente della compagine adriatica tratta di un undicesimo posto assoluto incamerato nella mutilata annata 2019/2020 dove, nell’unico faccia a faccia disputato con i rossoblù al Recchioni, passarono gli ospiti grazie alla rete allo scadere di Sall. Doppio pari (0-0 al Galli, 1-1 a Fermo) nella stagione 2018/2019. Romagnoli con il vento in poppa in virtù di tre risultati utili consecutivi che mantengono la formazione del presidente Spagnoli nei quartieri nobili della classifica. Lavoro ininterrotto, con singole sedute quotidiane, al centro tecnico Bacchilega. Dopo la fisiologica fase di scarico di giovedì scorso, il tecnico Cevoli si è concentrato soprattutto sulla salvaguardia della tenuta fisica della propria compagine nella quale tornano a disposizione Lombardi e Provenzano. Tra ipotesi di turn over, con la consapevolezza del concreto contributo ad oggi elargito dai giocatori meno utilizzati, e l’indisponibilità di Rondanini a causa di una botta alla caviglia rimediata contro la Sambenedettese, l’ex allenatore della Reggina si gode l’ottimo momento del suo gruppo.    

Roberto Cevoli (allenatore Imolese Calcio 1919): “E’ una partita da prendere con le molle perché la Fermana, che ha trovato qualche giorno fa la prima vittoria in campionato, è una squadra che gioca di rimessa. Un gruppo ben allenato contro il quale occorre sbagliare il meno possibile per la capacità di sfruttare gli errori concessi e ripartire in contropiede con buoni interpreti offensivi. Noi stiamo bene, i ragazzi sono sereni, recuperiamo due giocatori importanti come Lombardi e Provenzano e proviamo a dare ancora più continuità alla nostra crescita”.

I convocati (in ordine alfabetico)

Portieri: Rossi, Nannetti, Siano

Difensori: Angeli, Boccardi, Carini, Cerretti, Della Giovanna, Ingrosso, Mele, Pilati, Rinaldi, Tonetto

Centrocampisti: Alboni, D’Alena, Lombardi, Masala, Provenzano, Sabattini, Torrasi

Attaccanti: Morachioli, Polidori, Sall, Stanco, Ventola