Vigor Carpaneto, Abelli: "Esordio positivo, ma domenica servono i tre punti"

04.09.2019 19:30 di Elena Gestra   Vedi letture
Vigor Carpaneto, Abelli: "Esordio positivo, ma domenica servono i tre punti"

E’ uno dei perni del centrocampo biancazzurro, quest’anno particolarmente ricco per quantità e qualità con un mix tra conferme e nuovi arrivi e tra elementi più esperti e giovani di belle speranze. In casa Vigor Carpaneto 1922, le geometrie passano anche tra i piedi di Federico Abelli, parmigiano classe 1997 al suo terzo anno in maglia biancazzurra in serie D. Domenica scorsa, la compagine allenata da Martins Adailton ha debuttato con un pareggio alla “Dossenina” di Lodi contro il Fanfulla (2-2), andando due volte in vantaggio di una rete ma venendo sempre ripresa dai bianconeri allenati dall’ex Andrea Ciceri. Domenica, invece, all’orizzonte c’è il debutto casalingo al “San Lazzaro” di Carpaneto contro i bolognesi del Sasso Marconi Zola, battuti 3-2 in casa dal Lentigione nella prima giornata. E’ lo stesso Abelli, maturato nella Primavera del Sassuolo (vincendo la Viareggio Cup nel 2017 e collezionando tre panchine in serie A con la maglia neroverde), a fare il punto della situazione tra i due match.

“L’esordio di domenica scorsa a Lodi – spiega il centrocampista della Vigor – è positivo per il risultato; come ci ha ricordato il nostro allenatore alla ripresa degli allenamenti, possiamo migliorare tanto e nella prima partita ci sta essere un po’ al di sotto delle nostre piene potenzialità. Il rammarico per il 2-2 c’è perché siamo andati due volte in vantaggio e ci siamo sempre fatti riprendere. Viceversa, abbiamo giocato il match a viso aperto fin dall’inizio: da un lato, sapevamo di andare su un campo difficile contro una squadra che l’ha messa subito sul piano agonistico, ma dall’altro sappiamo le nostre potenzialità. Rispettiamo tutti, ma siamo consapevoli del nostro spessore”.

Quindi suona la carica in vista di domenica. “Contro il Sasso Marconi Zola dobbiamo portare a casa i tre punti; non conosco i loro obiettivi, ma non credo lottino per vincere il campionato e a differenza degli scorsi due anni dovremo essere bravi a non andare in difficoltà contro le formazioni cosiddette medie e piccole. Mi aspetto una svolta sotto questo punto di vista”. Cosa migliorare rispetto all’esordio contro il Fanfulla? “Costruire un po’ più di gioco e finalizzare meglio le tante occasioni che riusciamo spesso a costruire. Normale non essere al top fisico ora, ma se dovessimo ingranare sotto questo aspetto, il livello tecnico è molto alto”. Infine conclude. “A Carpaneto mi trovo sempre bene, quest’anno a centrocampo abbiamo i cambi in tutti i tre ruoli del 4-3-3; siamo tutti forti e c’è il massimo impegno da parte di ognuno. Il mister decide, ma noi cerchiamo di farci trovar pronti, anche a partita in corso, perché c’è bisogno di tutti”.