Il Fanfulla fa il colpo di giornata: battuta la corazzata Seregno

18.10.2020 19:32 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Il Fanfulla fa il colpo di giornata: battuta la corazzata Seregno

Non poteva tornare alla vittoria in una giornata migliore il Guerriero. Dopo il pareggio con la Real Calepina e la sconfitta con il Villa Valle, per il Fanfulla il ritorno alla Dossenina coincide alla perfezione con i tre punti. E non di certo con una rivale come tante, ma con il Seregno ancora imbattuto. Doveva essere una partita dagli alti toni agonistici e così è stato questo pomeriggio, con i bianconeri che non hanno mai arretrato il proprio raggio d’azione senza farsi intimorire dai nomi e dalla qualità di un Seregno che ha chiamato Cizza ad un intervento difficoltoso solamente al 50’ della ripresa. Numero uno bianconero che ha composto l’11 iniziale di mister Ciceri con Spaneshi e Davide Bernardini come esterni di difesa e Pascali-Serbouti centrali. A centrocampo torna dal 1’ capitan Brognoli insieme a Laribi e Guerrini mentre in attacco esordio per Qeros che si aggiunge al tandem classico composto da Anastasia e Colombi. Per il Seregno invece niente 3-5-2 ma 4-3-3 con Ricciardo terminale offensivo supportato da Azzi e Jimenez, con França che si accomoda invece in panchina. 

LA PARTITA
Pronti via ed è subito battaglia con qualche colpo che fa subito rumoreggiare i 150 della Dossenina. Il Fanfulla prova a fare male imbeccando gli esterni d’attacco, mentre il Seregno ci prova soprattutto con un paio di cross dalla sinistra. Il primo trova Azzi che mette però alto, il secondo Tentoni che in rovesciata a sua volta spara, di poco, sopra la traversa. Per il Guerriero le prime occasioni portano la firma di Qeros, la cui punizione dai 25 metri sbatte sulla traversa, con qualche polemica, mentre la classica coralità porta la palla a viaggiare sempre da sinistra verso destra e viceversa. E proprio da uno dei soliti capovolgimenti i tifosi sognano già il gol, ma in entrambe le occasioni i filtranti di Brognoli ed Anastasia vengono intercettati dalla difesa del Seregno. Al 39’ l’occasione più ghiotta in un tempo fino a quel momento avaro di emozioni. Cross dalla destra di Spaneshi che si libera bene del diretto avversario, spizzata di Brognoli che trova Anastasia che però al momento del tiro schiaccia troppo non trovando la porta. Quando la prima frazione va concludendosi, ecco il vantaggio del Guerriero. La palla danza al limite e arriva a Qeros che viene toccato da dietro appena dentro l’area. Per il direttore di gara Monesi non ci sono dubbi, è rigore che con la classica freddezza trasforma capitan Brognoli sotto la curva bianconera.

La ripresa parte invece con un Seregno più arrembante e con il 4-2-3-1 grazie all’inserimento di Bonaiti che porta Da Silva ad alzarsi sulla linea dei trequartisti. Il gioco passa soprattutto sulla fascia destra ospite, con palle lunghe alla ricerca di Azzi e delle sue lunghe leve. Mister Ciceri quindi, dopo ancora un paio d’occasioni dove non arriva il tiro nonostante la buona posizione in area di Qeros ed Anastasia, inizia a sparigliare le carte con l’inserimento di Mouddou al centro dell’attacco e di Negri sull’out di sinistra della difesa (pochi minuti dopo tocca a Cirigliano per Anastasia). Il Seregno però non sembra mai essere veramente pericoloso, se non con un tiro ancora di Tentoni che termina largo. Per il Fanfulla, per nulla intimorito dall’aggressività ospite, iniziano ad aprirsi diversi spazi. Al 24’ il tiro di Spaneshi viene murato, mentre 120” Mouddou, entrato positivamente dopo la doppietta di 24 ore prima con la Juniores, non arriva sul cross invitante di Qeros. Proprio quest’ultimo però non si accontenta del solo rigore guadagnato e decide di chiuderla virtualmente a modo suo. Al 33’ esatto l’esterno classe 1999 dal limite rientra sul sinistro è fa partire una conclusione che termina la propria corsa nell’angolo lontano alla destra di Lupu. È 2-0 per il Guerriero, con tutti i giocatori anche della panchina in campo. Mister Franzini, pur rinunciando a França, tenta il tutto per tutto inserendo il giovane Labas e con Borghese a fungere da quarto attaccante. L’occasione però capita al Fanfulla con Brognoli che calcia alto, mentre dall’altra parte del campo Pascali si immola su Labas di testa e al 50’ Cizza con un colpo di reni toglie la palla dall’angolino basso, proprio pochi secondi prima del triplice fischio di Monesi che sancisce la vittoria bianconera.

FANFULLA-SEREGNO 2-0

Marcatori: 41’ pt (rig.) Brognoli, 33’ st Qeros

FANFULLA (4-3-3): Cizza; Spaneshi (25’ st Baggi), Pascali, Serbouti, Bernardini D. (18’ st Negri); Laribi, Guerrini, Brognoli; Qeros (41’ st Zazzi), Colombi (16’ st Mouddou), Anastasia (18’ st Cirigliano). A disp. Carriello, Fabiani, Tourè, Mangiarotti. All. Ciceri
SEREGNO (4-3-3): Lupu; Zanon, Borghese, Nava, Zoia (18’ st Invernizzi); Gazo (1’ st Bonaiti), Tentoni, Da Silva (34’ st Labas); Azzi, Ricciardo, Jimenez (18’ st Poletti). A disp. Adorni, Tomas, França, Ferrari, Lazzaroni. All. Franzini

Arbitro: Monesi (Crotone)
Assistenti: Di Meo-Cimmarusti (Nichelino-Novara)

Note: ammoniti Laribi, Pascali, Mouddou, Zoia, Invernizzi, Ricciardo; angoli 2-3; recupero 1’+5’