La Rappresentativa del Lazio trionfa nel Torneo delle Regioni eSport. Un successo voluto e meritato, che parte da lontano.

27.03.2024 19:15 di Elena Carzaniga   vedi letture
La Rappresentativa del Lazio trionfa nel Torneo delle Regioni eSport. Un successo voluto e meritato, che parte da lontano.

In una splendida cornice genovese, domenica 25 marzo, si è conclusa la 2^ edizione del Torneo delle Regioni eSport, con la Rappresentativa di calcio virtuale del Lazio che nel Centro Esplace del Porto Antico della città, ha alzato al cielo il titolo di campione d’Italia. Un evento che ha visto la squadra, capitanata da Claudio De Sisti, imporsi con determinazione e talento, culminando in una finale avvincente contro la Campania, vinta per 2-0.

Questo successo non è frutto del caso, ma il risultato di un percorso costellato di impegno, dedizione e una visione chiara, partendo da lontano e costruito sul solido lavoro di squadra portato avanti dal Comitato Regionale del Lazio, sotto la guida del presidente Melchiorre Zarelli, del segretario Claudio Galieti, del responsabile della comunicazione Roberto Avantaggiato, con il supporto cruciale di Francesco Giannella, il referente che ha saputo condurre il Lazio verso questa memorabile vittoria nell’ambito della 60^ edizione del TDR, in Liguria. Il Lazio, che già l'anno scorso aveva sfiorato il trionfo classificandosi secondo a Torino (TDR in Piemonte Valle d’Aosta), quest'anno ha visto la sua determinazione premiata. Il numero record di squadre partecipanti al campionato regionale, 22, e la qualità tecnica espressa, hanno contribuito a rendere questo successo ancora più significativo.

Francesco Giannella (a destra, nella foto, insieme a Simone Gelpi della eLudo), visibilmente emozionato, ha condiviso i suoi pensieri sull'importanza di questo traguardo: "Sono estremamente orgoglioso di quanto abbiamo raggiunto. Questo è il frutto di un lavoro di squadra e della passione che tutti noi mettiamo in quello che facciamo. Dedico questo successo ai miei giocatori, al mio team e a tutti coloro che hanno creduto in noi." Secondo anno da Referente Esport della Regione Lazio e già un secondo posto nel TDR al primo colpo. “I miei genitori fin da piccolo mi hanno insegnato che il lavoro paga sempre e devo dire che in questo caso è andata proprio così. Lo scorso anno – sottolinea Giannella - abbiamo fatto un campionato con 16 società e quest’anno abbiamo chiuso a 22 con il record di sempre per un campionato regionale. Il capitano della spedizione, Claudio De Sisti, per scegliere i 18 migliori ha veramente lavorato tanto, esaminando quasi 100 ragazzi. A lui e a tutto il team vanno i miei complimenti per il risultato ottenuto. Ringrazio poi Roberto Avantaggiato che mi ha permesso di avere questo ruolo e a tutte le società che hanno deciso di darmi fiducia in questa avventura. A Genova, capitale europea dello sport 2024, ha regnato la sportività. Tre giorni nei quali oltre al sano agonismo della competizione, c’è stata una forte volontà di fare gruppo tra i player e i referenti per permettere a questo movimento di crescere sempre di più. “Non posso che ringraziare per la splendida organizzazione Cristiano Muti, Francesco Ciavorella e il referente della Liguria Danilo Sanguineti che hanno pensato davvero a tutto per rendere indimenticabile questa esperienza. Non posso non menzionare l’Academy Ladispoli che ha creduto in me quando nessuno lo avrebbe fatto, facendomi iniziare questa avventura ben 4 anni fa, alla presidentessa Sabrina Fioravanti e all’allora direttore generale Gioacchino La Pietra vanno i miei ringraziamenti più sentiti”.

Claudio De Sisti, il capitano, ha ricordato l'importanza della coesione di squadra e dell'impegno di tutti i componenti: "E' stata un'esperienza incredibile, che ci ha uniti come mai prima. Ringrazio tutti per l'impegno e la dedizione dimostrata, che ci ha permesso di raggiungere questo obiettivo. Innanzitutto vanno fatti i complimenti agli organizzatori della LND e allo staff che hanno fatto un grande lavoro e poi, ovviamente, a tutti i componenti delle selezione laziale che in un solo mese di lavoro insieme, tra allenamenti e selezioni, sono riusciti a fare esattamente ciò per cui abbiamo lavorato, e non era affatto semplice. Ringrazio il mio referente Francesco Giannella e il Comitato Regionale Lazio della LND che mi hanno scelto per questa avventura che fortunatamente si è conclusa nel migliore dei modi”.

Il Torneo delle Regioni eSport si conferma così non solo come un evento sportivo di alto livello, ma anche come un momento di aggregazione, crescita personale e professionale per tutti i partecipanti, promuovendo valori come il fair play e la solidarietà. In conclusione, il successo del Lazio in questa edizione del Torneo delle Regioni eSport rappresenta un momento storico per il movimento esportivo della regione, segnando un traguardo significativo che lascia presagire un futuro brillante per il calcio virtuale in Italia.