Empoli, parla Terzic: «Questo il posto giusto pre crescere...»

09.09.2020 15:45 di Massimo Poerio   Vedi letture
Empoli, parla Terzic: «Questo il posto giusto pre crescere...»

L’arrivo ad Empoli la scorsa settimana, le prime gare con Pontedera e Parma e oggi le prime parole azzurre di Aleksa Terzic.

“Arrivo ad Empoli con grande voglia di far bene – ha dichiarato il difensore serbo -, con la consapevolezza di essere in una grande squadra dove posso dare il mio contributo. Sono felice di esser qui, in un club con una storia importante alle spalle e dove sono passati tanti grandi giocatori. Da parte mia, come detto, arrivo con gran voglia di far bene: il mio compito è quello di allenarmi al massimo durante la settimana e farmi trovare pronto quando il mister mi chiamerà in causa. Fisicamente sto bene, abbiamo ripreso da poco ad allenarci e a preparare la nuova stagione. Mi sono trovato subito bene con il mister e tutto lo staff, ci alleniamo a gran ritmo e il modo di lavorare non è troppo diverso dallo Serie A”.

“Sono stato accolto nel migliore dei modi da tutti – ha proseguito Terzic -, dal presidente al direttore al mister fino a tutti i compagni che mi hanno aiutato moltissimo per farmi integrare velocemente. Ho trovato un gran gruppo, unito e con voglia di far bene, oltre che un ambiente sano fatto da tante brave persone che fanno di tutto per metterci nelle migliori condizioni. Il mio ruolo? Sono un terzino sinistro, con gran corsa. Sicuramente so che devo lavorare ancora molto ma qui, come ho visto in questi pochi giorni, ci alleniamo al meglio e so che posso crescere. A chi mi ispiro? Se penso al mio ruolo dico Kolarov e Marcelo, due grandi giocatori. Il mio pensiero però è solo ad allenarmi giorno dopo giorno al meglio, migliorare e crescere”.

“Ho scelto l’Empoli perché sono convinto che in questo momento possa essere la squadra giusta per farmi crescere – ha concluso -. È una squadra forte, con gran voglia di far bene: in rosa ci sono tanti giovani importanti e credo questa sia l’ambiente giusto per giocare e potersi esprimere al meglio. Se l’arrivo di Zurkowski ha influito sulla mia scelta? Lui mi ha sempre parlato benissimo di Empoli, dell’ambiente, della società e del modo di lavorare. In estate mi ha detto che voleva tornare, dicendomi di seguirlo: quando è arrivata la chiamata non ho avuto dubbi e ho accettato di venire qui, convinto di aver fatto la scelta giusta”.