Pianese, Bacci: «Le ultime sette partite saranno molto interessanti...»

20.04.2021 23:00 di Anna Laura Giannini   Vedi letture
Fonte: uspianese.it
Pianese, Bacci: «Le ultime sette partite saranno molto interessanti...»

Punto della situazione in casa Pianese con l’allenatore Roberto Bacci. Di seguito l’intervista completa.

Nelle ultime due sfide contro Trestina e San Donato Tavarnelle sono arrivate due vittorie: che partite sono state?

“Sono state due partite belle. Contro il Trestina abbiamo fatto una grandissima gara, contro una squadra che era ancora imbattuta in casa e ben organizzata: siamo stati molto bravi a conquistare i tre punti, disputando una prestazione importante. La sfida contro il San Donato Tavarnelle è stata bella, equilibrata e di carattere dove devo fare i complimenti ai ragazzi anche perché, dopo il pareggio dei nostri avversari e il calcio di rigore sbagliato, potevamo avere una flessione e invece non ci siamo abbattuti, abbiamo sempre lottato e ottenuto un successo importantissimo all’ultimo minuto di gioco, credendoci fino alla fine. In queste due partite ho visto un segnale importante da parte della squadra”.

Queste ultime sette partite cosa potranno dire alla Pianese?

“Saranno gare molto interessanti, nelle prossime due giornate affronteremo Trastevere e Montevarchi, prima e seconda in classifica, che stanno lottando per la vittoria del campionato. La Pianese ha la voglia e la convinzione di fare il massimo per ottenere il miglior posizionamento possibile, ci alleniamo ogni settimana per esprimerci al meglio. Siamo tutti motivati, da me ai ragazzi, per fare il meglio possibile: siamo sulla strada buona e ci sono tutte le premesse per fare un bel finale di stagione”.

A livello personale cosa rappresenta per te la Pianese?

“Ormai sono sei anni che sono alla Pianese, devo tutto a questa Società. Sono grato in maniera particolare al Presidente Maurizio Sani e al direttore Renato Vagaggini, perché nel momento in cui non avevo squadra sono stati i primi a chiamarmi. Devo ringraziarli per quello che hanno fatto per me, è motivo di orgoglio lavorare per la Pianese. Il direttore Vagaggini mi portò anni fa dall’Eccellenza in serie D come allenatore in prima, poi da ormai quattro stagioni ho fatto il vice, fino a queste ultime partite in cui guiderò la Pianese. Per me la Pianese è ormai una famiglia che devo solamente ringraziare per la fiducia che mi ha sempre dato e per il rispetto reciproco che c’è”.