In tre in lizza per la panchina del Sora. Possibili conferme di diversi big

09.07.2013 10:00 di Fabio Tranquilli   Vedi letture
Emilio Coraggio
Emilio Coraggio

Nessun colpo di scena. Questo l’esito del colloquio avvenuto nel tardo pomeriggio di lunedì tra il patron del Sora Augusto Pomi ed i tifosi con l’iscrizione al campionato garantita e con l’inizio della programmazione tecnica che avverrà a partire dai prossimi giorni. Pomi ci ha tenuto a ringraziare i vecchi dirigenti che hanno provveduto al gravoso impegno delle vertenze relative a vecchie stagioni, il collaboratore Roberto Cirelli (con il quale la rottura da un punto di vista calcistico sembra essere definitiva) che ha dato una grossa mano nella stagione precedente alla causa bianconera e poi ha illustrato i suoi programmi. Nei prossimi giorni, entro giovedì, il patron provvederà alla regolare iscrizione del Sora e cercherà di allargare la base societaria con il possibile ingresso di un nuovo imprenditore romano che si è dichiarato interessato ad affiancarlo e poi inizierà a prendere forma il Sora della prossima stagione. Per la panchina il patron sorano ha confermato che sono in tre al momento a contendersela. Il primo della lista sarebbe un ritorno ed è quello di Pasquale Luiso che ha già avuto diversi contatti telefonici con Pomi, il secondo è il sorano verace e capitano del Sora dei miracoli targato Di Pucchio Emilio Coraggio che quest’anno ha fatto un super lavoro alla guida del Santopadre (Promozione), mentre l’ultima idea è quella di un tecnico molto bravo a lavorare con i giovani e che quest’anno ha guidato la Rappresentativa Juniores del Girone G nel Torneo delle Regioni Marco Savini. Pomi ha parlato di un programma mirato al mantenimento della categoria, senza fare voli pindarici ma con la costruzione di una squadra giovane che possa far divertire i propri tifosi. Probabilmente si cercherà di mantenere il più possibile inalterata l’ossatura della squadra e patron Pomi si è sbilanciato sulle possibili conferme dei difensori Giuseppe Bellucci ed Ernesto Terra, dei centrocampisti Mario Barone e Luigi Lucchese e dell’attaccante Pietro Pastore, così come su quelle dei giovani Matteo Teoli (’94), Davide Iovinella (’93), Marco Simoncelli (’94) e Manuel Coluccia (’95) mentre dovrebbe andare via per motivi personali Fabio Siano (’94). Inoltre possibili novità anche per il settore giovanile, anche se Pomi spera ancora di ricucire lo strappo con l’ex responsabile Roberto Cirelli, che potrebbe essere a giorni affidato ad Angelo Nunnari.