Messina, in corso l'incontro con la cordata di Di Napoli

10.08.2010 13:08 di Giovanni Pisano  articolo letto 1402 volte
Fonte: messinasportiva.it
Messina, in corso l'incontro con la cordata di Di Napoli

Il faccia a faccia nello studio dell'avvocato Roberto Bonavita, inizialmente programmato tra le 11 e le 11:30, è slittato alle 12:30.
Presenti il legale, vice-presidente della società che riveste anche l'incarico di advisor deputato alla vendita, Marcella Chierichella, amministratrice unica dell'ACR Messina, ed Arturo Di Napoli, in rappresentanza della cordata di imprenditori calabresi e laziali interessati all'acquisto. Annunciato l'arrivo del consulente e del commercialista del gruppo di cui l'attaccante è portavoce da Catania, dove sono atterrati poco dopo mezzogiorno.
Si registra intanto il commento polemico da parte dell'attuale presidente Arturo Di Mascio: "Vedo che la città sa soltanto criticare il sottoscritto. Questa mattina abbiamo dovuto attendere per oltre novanta minuti l'arrivo dei rappresentanti del gruppo Di Napoli. La nostra amministratrice è pronta ad incontrarli e ha raggiunto lo studio dell'avvocato Bonavita alle 10:45". L'obiettivo fare chiarezza sui documenti contabili richiesti dai potenziali acquirenti ed eventualmente chiudere la trattativa per la cessione dell'intero pacchetto azionario, valutato dall'attuale patron in una somma quantificata in 400.000 €. Oggetto del contendere sono principalmente i debiti contratti dal sodalizio, ad oggi non quantificati con precisione.
Dovrebbe tenersi nel pomeriggio l'incontro con i vertici societari del Città di Messina, che ieri hanno manifestato interesse all'acquisto del titolo sportivo di serie D ma hanno parimenti chiesto delucidazioni sulla documentazione contabile. Un colloquio che potrebbe essere svuotato di significati, se in precedenza il gruppo Di Napoli raggiungerà un accordo. Ieri il calciatore aveva comunque sottolineato che con ogni probabilità gli imprenditori da lui rappresentati avrebbero avuto la necessità di uno o due giorni di tempo per valutare con attenzione le carte contabili. Un aspetto che renderebbe necessaria una proroga dei termini relativi alla vendita, già richiesta ieri dall'advisor.