Viareggio Cup: La Rappresentativa batte per 1-0 il Mavlon, conquista il 1° posto nel girone

17.02.2024 18:36 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    vedi letture
Viareggio Cup: La Rappresentativa batte per 1-0 il Mavlon, conquista il 1° posto nel girone

Brilla la maglia della Serie D alla Viareggio Cup sul campo “Masini” di Santa Croce sull’Arno che si conferma una vera e propria fortezza per la selezione Under 18 al quarto successo in sei precedenti su un terreno di gioco a dir poco benevolo. I ragazzi di mister Giuliano Giannichedda hanno superato i nigeriani del Mavlon per 1-0 nella terza gara del girone grazie al rigore trasformato da Giacona al 7’ del primo tempo, il secondo nel torneo per l’attaccante del Borgosesia dopo quello segnato nel primo match. Un successo che significa tanto. Primo posto nel gruppo 6 e qualificazione agli Ottavi dove la D se la vedrà con i brasiliani dell’Ibrachina. La gara si giocherà martedì 20 Febbraio alle 15.00 sempre al “Masini” di Santa Croce sull’Arno (Pi).

Per la quinta volta consecutiva la Rappresentativa entra nel gruppo delle migliori sedici della Viareggio Cup. Giannichedda, nelle sue tre esperienze da selezionatore non ha mai fallito l’accesso agli Ottavi. Nel complesso la Rappresentativa ha superato la prima fase per l’undicesima volta in diciassette edizioni della Viareggio Cup. Dopo il vantaggio iniziale la selezione blu non ha rischiato praticamente nulla andando più volte vicina al raddoppio. Totalmente annullato il capocannoniere nigeriano Agada. Un’impresa non di poco conto con una squadra così muscolare e determinata come quella del Mavlon che ha incassato il primo ko nel girone. Tutto lo staff tecnico e dirigenziale dedica questa vittoria a Totò Mazzarano, un prezioso collaboratore della Serie D scomparso prematuramente lo scorso gennaio.

LA MOTIVAZIONE FA LA DIFFERENZA
Questo successo ha un sapore particolare, per come è arrivato, per come se lo sono guadagnato i ragazzi della D. Il Mavlon, squadra della città nigeriana di Lagos, è rimasto disorientato dalla volontà di un gruppo di ragazzi che ha dimostrato come la realtà può ribaltare gli stereotipi sulle scarse motivazioni dei giovani italiani. La selezione della D si è guadagnata ogni centimetro di campo asfissiando gli avversari su ogni palla, anche la più banale. Non saranno campioni ma gli under 18 della D hanno dimostrato che questa generazione di calciatori sa cos’è l’abnegazione, la determinazione e il coraggio.  In queste sfide da dentro o fuori contano testa, gambe e nervi saldi, qualità che la D ha dimostrato di avere soprattutto nei momenti più delicati di questa gara come delle due precedenti.

ENTUSIASMO
La faccia più bella del calcio è l’esultanza a fine gara di questi ragazzi che non si sono dati mai per vinti, hanno giocato come una squadra senza pensare all’individualità. In fondo il calcio è tutto qui, è semplice, si vince di squadra, si perde se egoisti.

LA FORZA DEL GRUPPO
Un’istantanea a volte cattura l’essenza di un gruppo più di tante dissertazioni.
Dopo il primo gol tutti i ragazzi della Rappresentativa hanno sventolato la maglietta di Lugi Bianchi per dedicare il successo al ragazzo sfortunato, fuori per una frattura allo zigomo dopo il colpo violento subito nella seconda gara.
Il bomber della D e della Viareggio Cup Luigi Bianchi, 4 gol in 120’, non ha lasciato i compagni. Bianchi era in panchina per incitare i suoi. La dimostrazione che il concetto di gruppo non è un pensiero astratto ma un valore aggiunto soprattutto nello sport.

CRESCITA
Per tutti i giovani della D questa qualificazione è un piccolo grande passo nel loro percorso di crescita, non solo come atleti ma come individui forti, resilienti e capaci di lavorare per un obiettivo comune con dedizione e spirito di squadra.

Giannichedda si gode la propria squadra. “Al di là del risultato sul campo, sono orgoglioso dei ragazzi, abbiamo dimostrato ancora una volta le nostre qualità. Siamo cuore, anima, buona tattica e molta passione. Lo spirito con cui questi giovani stanno giocando il torneo è in sintonia con il calcio della LND, ci ricorda chi siamo e da dove veniamo, è il nostro migliore ritratto”.

AUTORITA’ IN TRIBUNA

Sugli spalti a sostenere la squadra il Vice Presidente della LND (Area Nord) Giulio Ivaldi, il Coordinatore, il Segretario ed i Consiglieri del Dipartimento Interregionale Luigi Barbiero, Mauro De Angelis, Sergio Gardellini e Sergio Pandolfini insieme al Coordinatore Tecnico di tutte le Rappresentative LND Massimo Piscedda, ai selezionatori dell’U17 e U18 LND Roberto Chiti e Mauro Mazza, Ettore Pellizzari (Consulenza della Presidenza) ed al Capo Delegazione dell’Under 20 femminile Santino Lo Presti.

MAVLON-RAPPRESENTATIVA SERIE D 0-1
Mavlon (4-2-3-1): Abubakar; Omale (1’st Mamah), Umar, Momoh, Musa (1’st Emmanuel); Ochedikwu (45’st Umukoro), Gabriel (32’st Lliya); Muhammad (1’st Elisha), Cletus (1’st Egbedokun), Emmanuel (13’st Inuwa); Agada. A disp: James, Adikwu, Ayuba, Dominic, Ladan. All: Showole
Rappresentativa Serie D (4-2-3-1): Tirelli; Graziani, Primasso, Mancini (Cap.), Calvosa (42’st Bucci); Virgilio, Borgia; Izzo (13’st Tosini), Ascione (33’st Valenti), Bassanini (33’st Lettieri); Giacona (13’st Isufi). A disp: Antolini, Rotondi, Nisci, Di Fino, Balba, Saccomanni, Corriere, Bianchi, Astuti. All: Giannichedda
Arbitro: Cravini di Livorno
Assistenti: Di Legge e Santaera di Pisa
Reti: 7’pt rig. Giacona (R)
Ammoniti: Gabriel, Agada, Momoh (M), Primasso (R)
Recupero: 2’ + 5’

Cronaca
Forze fresche in campo per la terza partita in cinque giorni. Quattro cambi rispetto all’ultima gara con l’Avellino. Praticamente tutti gli esterni. Rivoluzionata la catena di destra con Graziani e Izzo al posto di Rotondi e Balba. Calvosa per Nisci, sinistro basso. In avanti cambio obbligato con Bianchi fuori dal Torneo per la frattura allo zigomo. Punta centrale Giacona che parte da titolare per la prima volta nella competizione. Al 7’ la selezione D passa subito in vantaggio. Bassanini, specialista nel saltare l’uomo, scappa ad un difensore che può solo abbatterlo in area. Giacona con la stessa freddezza della prima gara trasforma il penalty con un destro preciso all’angolo. Nei primi 20’ si gioca prevalentemente nella metà campo nigeriana. Dopo un primo smarrimento i nigeriani reagiscono mettendola sul fisico. Tanti i contrasti ma nessun pericolo per la D che invece punge più volte la difesa avversaria senza però trovare la porta. Il primo tempo si chiude con la selezione blu in pieno controllo del match.

La ripresa si apre con una buona occasione per Egbedokun (8’) che spara alto da ottima posizione. E’ il primo pericolo che corre la selezione della D. Il tempo scorre, gli allenatori cambiano i protagonisti in campo, non ci sono sussulti fino al 36’ quando Lettieri, appena entrato, impegna il portiere avversario con una rasoiata velenosa. Un minuto dopo sugli sviluppi di un angolo Mancini impatta bene di testa ma un difensore nigeriano salva alla disperata sulla linea di porta. Più passano i minuti più la Rappresentativa è padrona del campo, gestisce il risultato e conquista il successo con merito.

Girone 6 – Risultati e classifica

1^ Giornata – 13 febbraio
Rappresentativa Serie D-Jovenes Promesas  4-0
Avellino-Mavlon 1-4

2^ Giornata – 15 febbraio
Rappresentativa Serie D-Avellino 1-1
Jovenes Promesas-Mavlon 1-2

3^ Giornata – 17 febbraio
Mavlon-Rappresentativa Serie D 0-1
Jovenes Promesas-Avellino 0-3

CLASSIFICA: Rappresentativa Serie D 7 punti; Mavlon 6; Avellino 4; Jovenes Promesas 0

Ottavi di finale – Programma

20 Febbraio – ore 15.00

Rappresentativa Serie D-Ibrachina  - Stadio “Masini” di Santa Croce sull’Arno (Pi)