Fiorenzuola, play-off come l'Everest: primo picco Modena

17.05.2019 17:30 di Ermanno Marino   Vedi letture
Fonte: Andrea Fanzini
Fiorenzuola, play-off come l'Everest: primo picco Modena

Il Fiorenzuola alle prese con una vera e propria scalata all'Everest trasformato in collina modenese nel primo turno dei Playoff Serie D Girone D.

I rossoneri del tecnico Lucio Brando, infatti, affronteranno in trasferta il Modena domenica 19 maggio 2019 alle ore 16.00; i canarini sono la squadra classificatasi al secondo posto in graduatoria dopo lo spareggio promozione perso domenica scorsa in quel di Novara contro la Pergolettese (1-2).

Se i cremaschi sono stati promossi direttamente in Lega Pro, per i canarini si è profilata una nuova mini-stagione da 4 squadre, affrontando il Fiorenzuola nel primo turno. La vincente, affronterà chi prevarrà nello scontro tra Reggio Audace e Fanfulla al Mapei Stadium di Reggio Emilia.

Due partite affascinanti quelle che si prospettano, che vedono il Fiorenzuola di Mister Lucio Brando, sebbene in tenuta rossonera, ergersi a vera protagonista della linea verde di questi playoff. Nell'ultimo turno con il Mezzolara, con la roboante vittoria per 5-0 firmata da Anastasia (2), Rivi (2) e Saia, i rossoneri schierarono nel finale di partita ben 10 under su 11 giocatori in campo.

Quella al Braglia sarà la seconda trasferta nel tempio modenese per i rossoneri, che a novembre ottennero una delle più belle imprese sportive del calcio dilettantistico piacentino della stagione, sconfiggendo i rivali per 1-4 al termine della classica partita ''perfetta''.

Al ritorno, invece, il Modena passò a Fiorenzuola per 0-3 grazie alla doppietta di Ferrario (capocannoniere stagionale del girone) e anche grazie all'espulsione dopo 15 minuti di Corbari nelle fila rossonere.

Mister Lucio Brando ha inquadrato così la gara che attende domenica il Fiorenzuola: ''Ho visto una squadra in salute, in crescita di condizione negli ultimi turni di campionato. Le due vittorie con cui abbiamo chiuso la stagione ci hanno dato il sorriso, a cui si è aggiunto l'ottimo test della settimana scorsa in casa dell'Imolese. Credo di poter dire che siamo pronti ad affrontare questa grande sfida. La squadra in generale sta bene, gli ultimi tre turni di campionato li abbiamo chiusi in crescendo e in modo positivo con due vittorie. Poi c’è stato l’ottimo test di sabato scorso contro l’Imolese, insomma, sia pronti. Incontriamo una vera e propria corazzata, basta leggere i nomi in rosa per capire di che squadra stiamo parlando. Conosciamo il loro valore e sappiamo che avranno una grande voglia di affrontarci al Braglia visto l'epilogo negativo nello spareggio promozione con la Pergolettese. Stiamo parlando di uno squadrone. Credo che però noi dovremo essere sbarazzini; rispetto alla pressione che ha sulle spalle il Modena, il nostro non avere niente da perdere potrebbe essere una chiave a nostro vantaggio.  Credo che il Modena proverà da subito il forcing sostenuta dal loro grande pubblico, noi dovremo essere bravi a creare grattacapi nelle occasioni che ci concederanno. Se concederemo loro campo fin dai primi minuti, potremo andare incontro a delle difficoltà, ma queste sono partite che a una squadra come la nostra piace giocare".

Sulla panchina modenese siederà curiosamente il terzo tecnico differente in tre sfide con i rossoneri. Se all'andata l'allenatore era Apolloni e al ritorno Bollini, è di questa settimana la notizia dell'esonero del tecnico sconfitto nello spareggio di Novara.

Al suo posto, debutterà proprio con i rossoneri la coppia formata da Malverti - Ferrante.

Il Fiorenzuola al suo secondo playoff consecutivo sa di dover compiere l'impresa; il pareggio nei 120 minuti, infatti, condannerebbe i rossoneri, a fronte di una posizione in classifica finale inferiore rispetto al Modena.