Calciomercato Palermo: i rosanero puntano le prime conferme

18.04.2020 11:39 di Redazione NotiziarioCalcio.com   Vedi letture
Fonte: mediagol
Calciomercato Palermo: i rosanero puntano le prime conferme

"Non c'è dubbio: Palermo incanta". Apre così l'edizione odierna de Il Corriere dello Sport parlando della voglia del club rosanero di confermare i giovani che hanno trascinato la squadra di Pergolizzi in vetta alla classifica. Gli under sono ben sette, sei in prestito (Felici, Silipo, Peretti, Langella, Kraja e Fallani) e uno svincolati (Lucca). Tutti, almeno a parole, intenzionati a restare in Sicilia. Talenti che il club rosanero intende continuare a coltivare. "Le incertezze su come e quando finirà la stagione sono i veri problemi. E la palla di piombo per ripartire con le contrattazioni. In D, il campionato rischia ormai di saltare. Tante squadre hanno praticamente mollato, altre aspettano. Il Palermo è pronto, ad ogni evenienza", si legge sul quotidiano. Al punto che la società rosanero sta già buttando un occhio al prossimo anno. Gli under sono stati una delle tante mosse vincenti della nuova proprietà del club rosanero. Gol, grandi prestazioni ma anche grandissima professionalità e maturità dimostrata da parte di tutti, anche in questo periodo davvero complicato: "Per tutti i ragazzi - ha spiegato l'ad del Palermo, Rinaldo Sagramola - è stata un'esperienza importante. Anche in questo periodo di quarantena, i calciatori sono stati circondati da affetto, condizioni di sicurezza e massima disponibilità da parte nostra. A livello di D, difficile però che i giochi ripartano. Più facile che i vertici consolidino alcune posizioni come quella del Palermo".

"Nel caso In cui la Federazione decidesse di portare avanti anche questi campionati, e se si sforasse, bisognerebbe modificare, anche temporaneamente, norme e regolamenti, per prolungare la durata della stagione sportiva, seconda necessità - ha proseguito il dirigente rosanero -. A quel punto per tesseramenti e contratti a scadenza sarebbe necessaria una transazione. Da un punto di vista economico, un aggiustamento si troverà. In caso di breve posticipo, tutto resterebbe immutato. Altrimenti, si farà una trattativa con l'associazione calciatori o direttamente con gli atleti. Ma, non penso sia questo il problema. Si dovranno prevedere delle norme ponte che consentano appunto ai giocatori in prestito, o anche a quelli il cui contratto scade il 30 giugno, di mantenere il vincolo fino al termine effettivo della stagione", ha concluso Sagramola.