Turris, il presidente Colantonio: «Se resto da solo non iscriverò la squadra»

26.05.2023 18:15 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    vedi letture
Fonte: tuttoturris
Turris, il presidente Colantonio: «Se resto da solo non iscriverò la squadra»

A meno di un mese dal termine ultimo per l’iscrizione al prossimo campionato di serie C, fissato per il prossimo 20 giugno, il presidente della Turris Antonio Colantonio, ufficialmente dimissionario già da qualche mese, spaventa il tifo corallino durante un incontro informale tenutosi ieri sera nel ventre dell’Amerigo Liguori, minacciando la mancata iscrizione della squadra in assenza di altri imprenditori disposti ad assumerne la gestione.

Queste, nella sostanza, le principali parole proferite dall’attuale numero uno biancorosso: “Sto dando a tutti la mia disponibilità ad accompagnare eventuali nuovi investitori nella fase iniziale del loro subentro in società, anche dando un aiuto dal punto di vista economico. Ma ho bisogno di persone serie e concrete, che facciano cambiare aria a questa società e le diano linfa nuova, perché ad oggi non ho più niente da dare a questo club. Purtroppo, devo dire che allo stato attuale non c’è nessuno disposto a rilevare la Turris. Le voci che si sentono in giro, relative a presunti interessamenti, sono tutte stupidaggini. Pertanto, continuo a ribadire che, se resto da solo, non sono più disposto a proseguire in questo progetto. Anche perché, proprio da un punto di vista prettamente fisico, non riesco più a reggere il peso di quello che è successo quest’anno. Di conseguenza, se nessuno si fa avanti, la Turris non si iscriverà”.

Ad incidere nella posizione, a quanto pare irremovibile, di Colantonio, anche qualche atteggiamento che non gli è andato affatto giù nel corso di una stagione tribolata: “Non me la sento più di andare avanti. Non mi potete chiedere di continuare a subire quello che ho dovuto sopportare un anno intero, nel quale anche la mia famiglia è stata presa di mira. Questo non lo consentirò più…”. 

Una situazione paradossale visto che, di fatto, in caso di mancata iscrizione la Turris rischia di morire per mano di chi, qualche hanno fa, l’aveva fatta rinascere dalle ceneri e l’aveva riportata nel calcio che conta.