Ostiamare, Mazzei: «Siamo riusciti a riaccendere la stagione ma ora non dobbiamo farla spegnere nuovamente»

10.12.2022 00:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    vedi letture
Ostiamare, Mazzei: «Siamo riusciti a riaccendere la stagione ma ora non dobbiamo farla spegnere nuovamente»

L'Ostiamare si prepara alla sfida contro la Pianese. Match d'alta quota per i biancoviola di Galluzzo che dopo le grandi vittorie contro Poggibonsi e Arezzo vogliono dare continuità all'ottimo momento.

“Ovviamente – spiega Tommaso Mazzei - le recenti vittorie ci hanno dato tanto morale anche se dico che non abbiamo fatto nulla di diverso rispetto a quanto stavamo facendo da inizio stagione. La bravura del gruppo è stata quella di non mollare, neanche in un periodo difficile come quello che stavamo attraversando qualche settimana fa. Sebbene non arrivassero i risultati sperati sapevamo di essere sulla strada giusta e ora non a caso stiamo raccogliendo i frutti”.

Nel mirino ora c'è la Pianese capolista e il difensore serra le fila: “Affronteremo questa gara allo stesso modo di come abbiamo affrontato quelle contro Arezzo, Grosseto o Poggibonsi. Ora stiamo giocando da Ostiamare, siamo sempre stati consapevoli di essere una squadra forte e ora lo stiamo dimostrando sul campo”.

Una gara colma di insidie ma a cui la squadra di Galluzzo si presenta con un ruolino di marcia davvero importante e nessuna rete subita nelle ultime tre partite giocate: “E' un dato che non arriva certo per caso. Gli zero gol subiti hanno coinciso quasi sempre con una vittoria e ora che abbiamo trovato questa solidità difensiva dobbiamo continuare a lavorare per mantenerla. Ci alleniamo come abbiamo sempre fatto solo che ora abbiamo magari trovato maggiore consapevolezza nelle nostre qualità e più coraggio grazie alle recenti vittorie. Siamo riusciti a riaccendere la stagione ma ora non dobbiamo farla spegnere nuovamente perchè la zona calda che per ora ci siamo lasciati alle spalle è ancora troppo vicina e se non vogliamo rientrarci non dobbiamo smettere di correre”.