Rimini Calcio, Alfio Pelliccioni se ne va

in arrivo Pietro Tamai come direttore sportivo e il tecnico Mastronicola.
05.08.2020 20:00 di Daniele Manuelli   Vedi letture
Fonte: SportUpRimini
Alfio Pelliccioni
Alfio Pelliccioni

Si è interrotta prima di cominciare la collaborazione tra il Rimini FC e il ds Alfio Pelliccioni. Lo annuncia un comunicato del club che esprime al dirigente ringraziamento per la grande disponibilità e professionalità dimostrata. Evidentemente Pelliccioni non se l’è sentita di affrontare un percorso che a quanto pare si presenta in salita, cioè con un budget ristretto visto che il presidente Alfredo Rota sarà da solo a condurre il club. Un brutto colpo per i tifosi che vedevano in Pelliccioni un punto di riferimento per la rinascita del club che sta muovendo i primi passi con una certa fatica.

La trattativa, infatti, col gruppo campano che avrebbe dovuto affiancarlo (Aniello Martone il dg designato) non è andata buon fine nonostante le ottime premesse: si trattava sulla base dell’acquisto del 50 per cento subito e opzione per l’intero pacchetto da esercitarsi l’anno prossimo. Stando alle nostre  indiscrezioni avrebbe fatto da galante in passato al gruppo Izzo per l’ingresso ad Avellino ed infine in quel di Rimini per il gruppo rappresentato dall’imprenditore di Battipaglia Antonio De Sarlo attivo nel settore alimentare e della ristorazione.

 Rota ha scelto di stare in solitudine oppure è stato costretto a farlo perché non è stata trovata la quadra? Lo scopriremo nelle prossime ore.

Chi ha parlato in queste ore con Pelliccioni lo ha trovato molto deluso dalla situazione tanto più che appena 24 ore prima il quadro pareva completamente diverso; siamo certi che gli fosse stato presentato un altro scenario al momento del contatto, un budget sufficiente per un campionato di vertice. Invece la musica è diversa e Pelliccioni non se l’è sentita di ballare.

Fatto sta che, mentre la trattativa con Paesani  è tramontata definitivamente  come era nell’aria nonostante ci fosse chi da giorni dava l’affare per fatto, il Rimini deve ancora mettersi in moto.

Il nuovo direttore sportivo sarà probabilmente Pietro Tamai (potrebbe essere esaminato anche la candidatura di Andrea Galassi e di Gianluca Stambazzi il quale avrebbe potuto affiancare Pelliccioni per volere dello stesso ex DS), il tecnico potrebbe essere Alessandro Mastronicola (le alternative possibili Alessandrini e Gadda) mentre amministratore delegato dovrebbe essere Tiziano Fabbri, sì il commercialista di Grassi. Vedremo nelle prossime ore se i boatos troveranno conferma. In questo caso si riformerebbe lo staff del Rimini rinato dalle ceneri del fallimento quattro anni fa, che ripartì dall’Eccellenza.