Il Fanfulla perde a Seregno dopo sei risultati utili di fila. Decide Alessandro

07.03.2021 19:35 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Il Fanfulla perde a Seregno dopo sei risultati utili di fila. Decide Alessandro

Un’occasione concessa agli avversari e un rigore. Oltre a due espulsioni a sfavore. Ritorna da Seregno senza punti ed interrompe la striscia consecutiva di risultati utili a sei il Fanfulla che cade al Ferruccio per 1-0. Partita che, se fosse terminata sullo 0-0, non ci sarebbe stato nulla da dire. Ma il rigore, dubbio, concesso ad inizio ripresa, con conseguente espulsione di Baggi, indirizza la gara a favore della nuova capolista del girone B (in attesa del recupero della Casatese con il Brusaporto).
Partita fisica, giocata soprattutto a centrocampo, che mister Ciceri, sostituito da Sesto in panchina vista la squalifica, decide di affrontare con gli stessi undici iniziali che erano partiti con il Villa Valle. Davanti a Cizza quindi linea a quattro con Alessandro Baggi, Serbouti, Pascali e Davide Bernardini, mentre a centrocampo Laribi è fiancheggiato da Bertelli e Palmieri. In attacco Qeros e Cirigliano partono larghi per supportare De Angelis. Prima per França con il classico 3-5-2 con Alessandro e Ricciardo in attacco.

PRE PARTITA
Solitamente illustriamo quanto successo dal fischio d’inizio alle 14.30. Questa volta invece si inizia alle 14.45. Il motivo? Le puerili ed inutili scuse addotte dal Seregno che ha bloccato la squadra ai cancelli d’ingresso per almeno quarantacinque minuti, sfoderando dei protocolli Covid superati da almeno tre mesi (il medico sociale del Fanfulla, già al Ferruccio, ha anche inviato ai padroni di casa tutti gli esiti dei tamponi svolti nella giornata di giovedì ma si è dovuto attendere all’esterno dello stadio una dichiarazione che la società aveva già consegnato al suo arrivo, che anche la LND, contattata nel pomeriggio, ha confermato essere l’unico documento necessario, per poter accedere agli spogliatoi). Stesso atteggiamento poi verso addetti ai lavori e tesserati diretti sulle tribune, lasciati entrare a meno di 10’ dall’ingresso in campo delle squadre.

LA PARTITA
Torniamo a parlare di calcio giocato. Match che inizia con le squadre che si studiano principalmente senza affacciarsi con pericolosità dalle parti dei portieri avversari. Al 10’ la prima conclusione, con Palmieri che su calcio di punizione colpisce la barriera. Passano 3’ ed è Bertelli a cercare lo specchio della porta, ma Lupu blocca a terra. La partita ristagna a centrocampo, con il momento migliore dei padroni di casa che arriva tra il 30’ ed il 40’, quando Tentoni va vicino al gol in spaccata, il diagonale termina però a lato, e Cizza che esce bene sulla verticalizzazione volta a favorire l’inserimento di Ricciardo. Fanfulla che si fa vedere invece soprattutto sugli esterni grazie alle sovrapposizioni di Baggi e Bernardini, i cui però affondi vengono chiusi in corner dalla difesa di casa. 
Ripresa che parte con il Seregno che cerca subito il gol con Alessandro, la cui conclusione viene deviata da Laribi in corner. Laribi stesso che cerca il gol al 6’, ma il tiro termina a lato. Al 10’ la partita subisce una svolta decisiva. Palla in profondità ad Alessandro, Baggi ostacola l’attaccante avversario fallosamente per il direttore di gara che estrae anche il secondo giallo nei confronti del numero 2 bianconero. Dal dischetto Alessandro è freddissimo spiazzando Cizza. Il gol subito non fa abbassare eccessivamente il Fanfulla che senza timore affronta nuovamente a viso aperto gli avversari seppur in inferiorità numerica. E il Seregno stesso rimane sorpreso. Ma al 29’ altra doccia fredda per i bianconeri, con l’espulsione diretta di Serbouti per un intervento scomposto su Tentoni. In nove il Guerriero cerca di gettare il cuore oltre l’ostacolo, con due verticalizzazioni per Anastasia, al rientro dopo più di un mese di stop, che però finiscono preda di Lupu. Il Seregno si fa vedere solo nel finale ancora con Alessandro e Da Silva, ma Cizza si oppone.

SEREGNO-FANFULLA 1-0

Marcatori: 11’ st (rig.) Alessandro

SEREGNO (3-5-2): Lupu; Tomas, Borghese, Bruzzone; Poletti (26’ st Invernizzi), Aga (18’ st Jimenez), Bonaiti, Tentoni (33’ st Da Silva), Zoia; Ricciardo (22’ st Mihaljevic), Alessandro. A disp. Colantonio, Pozzoli, Ferrari, Lazzaroni. All. França
FANFULLA (4-3-3): Cizza; Baggi A., Serbouti, Pascali, Bernardini D.; Bertelli (22’ st Brognoli), Laribi (5’ st Lillo), Palmieri; Qeros (32’ st Agnelli), De Angelis (16’ st Anastasia), Cirigliano (16’ st Spaneshi). A disp. Carriello, Fabiani, Baggi F., Mouddou. All. Sesto (Ciceri sqaualificato)

Arbitro: Bracaccini (Macerata)
Assistenti: Degiovanni-Concari (Novi Ligure-Parma)

Note: espulsi Baggi 10’ st, Serbouti 29’ st; ammoniti Bertelli, Brognoli, Bianchi (dalla panchina), Bruzzone, Aga; angoli 5-4; recupero 0’+4’