Pagliari saluta la Sambenedettese con un toccante post su Instagram

11.07.2024 12:45 di  Redazione NotiziarioCalcio.com  Twitter:    vedi letture
Pagliari saluta la Sambenedettese con un toccante post su Instagram

La Sambenedettese saluta uno dei protagonisti dell'ultimo campionato. Marco Pagliari, terzino sinistro classe 2004, ha annunciato il suo addio al club rossoblù dopo una stagione che lo ha visto protagonista e che ha catturato l'attenzione di tifosi e addetti ai lavori.

Pagliari, nonostante la giovane età, ha dimostrato di possedere qualità tecniche e tattiche non comuni per un giocatore della sua esperienza. Nel corso della stagione appena conclusa, il terzino ha collezionato ben 32 presenze.

Ma non sono solo i numeri delle presenze a raccontare l'impatto di Pagliari sulla squadra. Il giovane difensore ha dimostrato di essere un elemento prezioso anche in fase offensiva, contribuendo in maniera significativa alla manovra della squadra. I 4 gol e 5 assist messi a segno durante la stagione sono un chiaro indicatore della sua propensione a partecipare attivamente alla fase d'attacco, caratteristica sempre più richiesta ai terzini moderni.

Il legame tra Pagliari e la Samb, tuttavia, va oltre il semplice rapporto professionale. Il giovane terzino ha voluto condividere un messaggio toccante sui suoi canali social, rivelando il profondo attaccamento sviluppato nei confronti della squadra e della città.

Nel suo post su Instagram, Pagliari ha raccontato come giocare al Riviera delle Palme, lo stadio della Sambenedettese, fosse per lui un sogno che si è realizzato. Il confronto che fa tra il padre che lo andava a vedere giocare in Eccellenza con pochi spettatori e l'esperienza di vederlo entrare in uno stadio gremito da 7.000 tifosi, è un'immagine potente che racconta la crescita del giocatore e l'importanza di questa esperienza nella sua carriera.

Le parole di Pagliari trasmettono gratitudine e rispetto per la maglia indossata. Il giovane terzino ha sottolineato come si sia sentito "a casa" durante la sua permanenza a San Benedetto del Tronto, un sentimento che va oltre il semplice rapporto professionale e che dimostra quanto sia stato importante per lui questo periodo.

La promessa di continuare a fare il tifo per la Samb, anche dopo il suo addio, è un gesto che sicuramente sarà apprezzato dai tifosi rossoblù. Dimostra un attaccamento ai colori e alla tifoseria che va oltre il periodo trascorso in campo, e che potrebbe lasciare aperta la porta per un eventuale ritorno in futuro.