Castellarano, il ds Vassere: "Restiamo in attesa di chiarimenti"

Promozione Emilia Romagna
05.03.2020 22:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com   Vedi letture
Castellarano, il ds Vassere: "Restiamo in attesa di chiarimenti"

Tutto bloccato, per il secondo fine settimana di fila. Domenica prossima, 8 marzo, il Castellarano avrebbe dovuto ospitare allo stadio "Ferrarini" il Cavezzo: il confronto, valevole per il 26° turno di Promozione, si sarebbe disputato a porte chiuse così come ampiamente annunciato nei giorni scorsi.

Stamattina, la Figc dell'Emilia Romagna ha tuttavia deciso di sospendere tutti i campionati con effetto immediato: il motivo deriva dal nuovo Decreto Legge sull'emergenza Coronavirus, emanato proprio in queste ultime ore.

La nota ufficiale del Comitato regionale recita così: "In attesa di chiarimenti circa la corretta applicazione dell’art. 1, comma 3, lett. c) del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri in data 4/3/2020, che stabilisce controlli tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori, idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19, che le Società ed Associazioni sportive sono tenute ad effettuare, a mezzo del proprio personale medico, nello svolgimento di eventi e competizioni, nonché nelle sedute di allenamento, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, si comunica la sospensione, da oggi, di tutti i Campionati, le gare di Coppa, i Tornei e le altre competizioni calcistiche di ogni ordine e categoria sino a data da destinarsi".

"Questo nuovo stop è arrivato in un momento assolutamente tranquillo per la nostra infermeria - spiega il ds azulgrana Luca Vassere - Infatti, contro il Cavezzo mister Lanzafame avrebbe potuto contare sull'organico al completo: i problemi fisici che ci hanno riguardati nelle scorse settimane si sono totalmente risolti. Adesso, considerando questa situazione così in divenire, restiamo ovviamente in attesa di conoscere le ulteriori disposizioni da parte di Federazione e autorità".

La ripresa delle competizioni appare un autentico rebus: a questo punto viene messa in discussione anche l'agenda delle prossime settimane, compreso il programma di recuperi che la Figc regionale aveva emanato giusto ieri.