Il Savoia vince il derby col Nola e sale al secondo posto

17.11.2019 20:45 di Redazione NotiziarioCalcio.com   Vedi letture
Il Savoia vince il derby col Nola e sale al secondo posto

Derby campano allo Stadio Giraud, con il Savoia che affronta i giovani terribili del Nola. Mister Parlato conferma il 3-5-2: Coppola tra i pali, solito tridente difensivo composto da Dionisi e Capitan Poziello ai lati di Guastamacchia. Gatto in mezzo al campo, Osuji e Tascone come intermedi di centrocampo ed il duo Oyewale-Rondinella sulle fasce. Davanti Cerone in appoggio ad Adama Diakitè. Il Nola di Mister Esposito si schiera con: Anatrella, Reale, Guarro, Cavaliere, Mileto, Gargiulo, Todisco, Langella, Cappiello, Cardone e Giliberti. Grande inizio di match per Osuji: il centrocampista oplontino attacca, costantemente, in verticale, palla al piede. Il Nola è pericoloso con la percussione di Giliberti che conduce la sfera fino al limite dell’area, ma Poziello è bravissimo ad andare in contrasto e rilanciare. Al minuto 14 Osuji conquista calcio di punizione: va Cerone a giro, Anatrella blocca in due tempi. 60 secondi dopo ammonizione per Cavaliere, reo di aver colpito duramente Tascone mentre il giovane oplontino lanciava la ripartenza dei suoi. Al 18’ lancio dalle retrovie su cui Cerone tocca, splendidamente, di tacco: palla a Diakitè, pescato però in fuorigioco dalla terna arbitrale. Da segnalare, quando il cronometro segna 23 minuti di gioco, il totale controllo del possesso palla da parte del Savoia mentre il Nola difende, corto ed attento, nella propria metà campo. Alla mezz’ora Osuji strappa applausi ai tifosi presenti allo Stadio Giraud, con una rovesciata in area, peccato però che il numero 21 non inquadri la porta del Nola. Al minuto 40 è Mattia Tascone a sbloccare il match con un diagonale perfetto sul secondo palo: è 1-0 al Giraud!  Nell’occasione, ammonito il numero 29 per aver esultato togliendosi la maglia. Dopo 3 minuti di recupero, arriva il duplice fischio arbitrale: il Savoia va all’intervallo in vantaggio. 

Il secondo tempo si apre con la rete del raddoppio: al minuto 5, cross dalla sinistra, palla in area e Diakitè sfodera un colpo di testa potente e preciso. Al Giraud è 2-0 per i Bianchi. Mister Esposito cambia tre pedine del suo scacchiere tattico: dentro Calise, Chiacchio e Stoia, fuori Cavaliere, Giliberti e Cardone. Minuto 17, il Savoia continua a ricamare gioco, costruendo la manovra, palla a terra, dalle retrovie. Grande lavoro di Diakitè in pressione sulla difesa avversaria, come al 21’, quando Adama morde le caviglie a Mileto che poi rimedia prima che il 90 possa involarsi verso la porta. La girandola di cambi prosegue: Reale out, Raimondi in. 4 minuti dopo è Cerone ad incunearsi in area, incrociando il tiro, ma la sfera termina oltre la traversa. Il Savoia pressa e recupera il possesso quando il cronometro segna 27 minuti di gioco: Osuji controlla, porta palla e calcia forte non trovando, però, la porta di Anatrella. Ultimo cambio per il Nola: Gaye per Guarro. Primo per i Bianchi: Cavucci prende il posto di Tascone al 31esimo. Al 35’ grande azione del Savoia: Diakitè recupera palla, Cerone allarga per Oyewale che gliela ridà ed il numero 10 va al tiro. La conclusione del forte trequartista romano sfiora il palo alla destra di Anatrella. A 5 minuti dal termine del secondo tempo, Romano prende il posto di Cerone, applaudito dai supporters oplontini. Vergaro concede 3 minuti di recupero. 180 secondi in cui il Savoia amministra, attendendo il triplice fischio finale che puntualmente arriva: è 2-0 allo Stadio Giraud!