Giugliano, mister Di Napoli: «Nessuno ha la bacchetta magica»

24.09.2022 00:15 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    vedi letture
Giugliano, mister Di Napoli: «Nessuno ha la bacchetta magica»

Raffaele Di Napoli, allenatore del Giugliano, è intervenuto in conferenza stampa in vista del derby contro la Turris: 

“Calo fisico o psicologico nella seconda parte delle gare? Nessuna delle due, c’è anche l’avversario. Magari nelle ultime gare abbiamo subito il ritorno degli avversari. Abbiamo fatto degli errori e li abbiamo pagati. Dobbiamo ripartire dalle prestazioni. Sono soddisfatto di come stiamo crescendo, dobbiamo migliorare ma per questo serve un po’ di tempo e ci stiamo lavorando. Cambi non hanno portato i risultati sperati? A volte si pensa di fare cambi per far respirare chi gioca dall’inizio, per ulteriori soluzioni e per dare spazio a tutti. Entrare a partita in corso è sempre difficile. Dobbiamo essere tutti bravi, compreso io, a farci trovare pronti. Contento del cammino? Sono contento, vedere la squadra esprimere un calcio importante come quello di Latina rende sereni noi che lavoriamo per il Giugliano. Se guardiamo il risultato ovviamente c’è rammarico. Per costruire qualcosa, però, c’è bisogno di tempo, nessuno ha la bacchetta magica. La squadra ha risposto alla grande, abbiamo fatto un buon calcio e siamo in linea con i risultati. La proprietà ci ha chiesto la permanenza in Serie C e io vedo il bicchiere mezzo pieno. Umore e condizione mentale? La squadra è viva, lavora per gli input che noi gli diamo, ma dobbiamo migliorare la concentrazione e la gestione della gara. Turris? Ha un organico importante, sono reduci da un grandissimo campionato. Hanno riconfermato il blocco storico, hanno calciatori di categoria, con un allenatore preparato e importante per la categoria. Che Giugliano sarà nel derby? Cercheremo di fare la partita, scenderemo in campo con la voglia di fare risultato. Cercheremo di lottare su ogni pallone, siamo carichi, vogliamo dimostrare che possiamo stare in questa categoria. Ghisolfi? È promettente, sta lavorando bene e si ritaglierà il suo spazio. Ceparano? È stato in panchina ad aspettare il suo turno e quando chiamato in causa ha dimostrato di poter giocare in questa categoria. Fa parte di un centrocampo affiatato, da lui ci aspettiamo sempre di più. Bisogna essere tutti uniti, possiamo costruire qualcosa di importante”.