Lo Sporting Ariccia guarda al futuro: obiettivo scuola calcio

25.03.2021 23:45 di Anna Laura Giannini   vedi letture
Lo Sporting Ariccia guarda al futuro: obiettivo scuola calcio

Lo Sporting Ariccia pensa al futuro, inteso non solo come organizzazione della prossima stagione calcistica, ma come progetto tecnico da perseguire nel tempo. E quando si fanno queste riflessioni, inevitabilmente si deve partire dalla “base” e cioè dal cuore pulsante dell’attività di ogni club calcistico, la Scuola calcio.

Il club ariccino, viste le enormi difficoltà causate dal Coronavirus in questa stagione, ha anticipato i tempi e a breve lancerà delle iniziative per tutti coloro che fossero intenzionati a iniziare l’attività calcistica di base. Con la campagna “Vieni a giocare con noi”, già lanciata sui canali social dello Sporting Ariccia, la società castellana vuole dare la possibilità a tutti i nati dal 2008 (anche se questa specifica fascia d’età nella prossima stagione sarà catapultata nell’agonistica) al 2017 di iniziare a conoscere l’ambiente e le metodologie dello staff dello Sporting Ariccia. A dare qualche dettaglio in più è Orlando Moroni che, assieme a Toni Alberto Marinangeli, è il consigliere delegato al settore di base e a quello agonistico.

“I ragazzi si alleneranno al “Menicocci” tutti i martedì e giovedì dalle 17,30 alle 19 da subito dopo Pasqua fino al 30 giugno. Eravamo pronti per partire il prossimo 1 aprile, ma la decisione di fare il Lazio “zona rossa” ci ha frenato. Il costo di iscrizione è di 65 euro e comprende un mini-kit di allenamento, ma per coloro che ci daranno fiducia in questo periodo ci sarà anche uno sconto di 50 euro sull’iscrizione per la prossima stagione. I piccoli calciatori lavoreranno su aspetti tecnici individuali (visto che al momento non c'è possibilità di fare allenamenti collettivi, ndr) e alla fine del mese di giugno la nostra intenzione è di continuare l’attività in forma diversa tramite i centri estivi, mentre la speranza è che prima di quella data si possa riuscire a fare anche qualche amichevole o addirittura qualche torneo. I primi riscontri sono molto positivi considerando il periodo: c’è interesse attorno a questo nuovo progetto che ovviamente, in estate, riguarderà anche l’organizzazione del settore agonistico che al momento conta su un gruppo di 2006 (guidati dallo stesso Moroni, ndr) i quali torneranno ad allenarsi appena possibile”.