La Fezzanese pareggia in casa della Lavagnese

08.12.2018 21:43 di Anna Laura Giannini  articolo letto 100 volte
La Fezzanese pareggia in casa della Lavagnese

Non riesce più a vincere la Fezzanese che si deve accontentare di un pareggio nell'anticipo della XIV giornata di campionato venendo raggiunta nel finale dalla Lavagnese. Un vero peccato per la squadra di mister Sabatini, a cui la vittoria manca oramai da nove giornate, che dopo una fase iniziale aveva dominato per lunghi tratti la partita del "Riboli". Dopo il vantaggio di Baudi e un gol annullato a Diallò molteplici sono state le occasioni sprecate dai "Verdi" per insaccare il gol della sicurezza, ma un po' l'imprecisione sotto porta e un po' la bravura degli avversari nel difendersi hanno reso vano il forcing spezzino. Pari che arrivava a 6' minuti dalla fine e due punti persi con un Greci che è risultato praticamente inoperoso per tutto l'arco della partita a differenza del suo collega Caruso distintosi per ottimi interventi.

Sabatini recupera Scotti e Gavini in campo dal 1' minuto in vece di Marcellusi e Lapperier, per il resto è la solita formazione che ha impattato destando buona impressione contro il Ligorna con l'attacco affidato a Diallò sostenuto da capitan Baudi e l'ex di turno Bruzzi. In panchina i neo acquisti Mitta e Vatteroni e un Monacizzo non ancora pronto per tornare in campo. Out Cantatore, Terminello, Bertora e Rrokaj. Tabbiani ripropone lo stesso undici di sei giorni prima con il Savona con l'unica variante di Fonjock al posto di Basso indisponibile al pari di Tos, Cirrincione, lo spezzino Purro e Bonaventura.

Parte meglio la Lavagnese. Al 7° minuto Oneto se ne va in pericolosa ripartenza, ma Zavatto è provvidenziale nella chiusura. Al 18° pregevole lo spunto di Corsini che va via sulla corsia di sinistra, converge, ma calcia a lato dal limite dell'area. Al 25° Vinasi scende a destra e crossa per Oneto che anticipa la difesa ospite, ma calcia alto sopra la traversa. La squadra di Tabbiani si esaurisce qui ed esce quella di Sabatini. Alla mezzora palla filtrante di Bruzzi che serve sullo scatto Cherif Diallò che supera Caruso per il vantaggio ospite, ma l'arbitro annulla su segnalazione del guardalinee per sospetta posizione di fuorigioco. Passano tre minuti e ancora Cherif Diallò si muove sulla destra e crossa teso in area di rigore, Queirolo tocca con il braccio e per l'arbitro ci sono gli estremi per concedere la massima punizione. Dal dischetto Capitan Baudi è infallibile e supera Caruso portando in vantaggio la Fezzanese. Prima frazione che si chiude così senza recupero.

All'intervallo Tabbiani, evidentemente non contento dei suoi, opera subito due cambi sostituendo Alluci e Gnecchi con Romanengo e Di Pietro, ma è sempre la squadra ospite a farsi pericolosissima già al 49° sfiorando il raddoppio quando Grasselli libera a due passi dalla porta Cherif Diallò che dovrebbe solo insaccare, ma è provvidenziale l'anticipo di capitan Avellino che spazza salvando i suoi. Al 54° azione che si ripete quasi in fotocopia: Grasselli va via in ripartenza sulla corsia di competenza e crossa al centro per lo smarcato Cherif Diallò, ma Caruso esce e fa suo il pallone salvando la propria porta. All'ora di gioco si rivede la Lavagnese con il bel traversone di Corsini per lo smarcato Romanengo che calcia malamente sciupando da buona posizione. Al 70° Cherif Diallò si lancia in una pericolosa ripartenza, ma Caruso esce con i giusti tempi e anticipa l'attaccante ospite. Due minuti dopo bello lo spunto Di Pietro che conclude di poco alto sulla traversa. Al 74° sugli scudi un miracoloso Caruso che con una doppia grandissima parata evita il raddoppio della Fezzanese: prima respinge una conclusione di Cherif Diallò, andato via sulla corsia di sinistra, e poi si supera sulla ribattuta effettuata con una spettacolare rovesciata di capitan Baudi. "Verdi" che premono, ma non trovano il raddoppio. Al 79° ancora un bello spunto in velocità dello scatenato Cherif Diallò, ma la sua conclusione è respinta con il corpo da Queirolo. All'82° Di Pietro manca la deviazione da sottomisura su assist di Oneto, ma lo stesso Di Pietro si rifà all'84° insaccando il pareggio con una girata vincente su assist di Conti. Al 93° Lavagnese in inferiorità numerica per l'espulsione per doppia ammonizione di Casagrande, ma non succederà più niente e la sfida si conclude con il punteggio di parità per 1 - 1. Un punteggio amaro e beffardo per i ragazzi di Sabatini.

Il tabellino

Lavagnese - Fezzanese 1 - 1

Lavagnese: Caruso, Vinasi, Casagrande, Avellino, Fonjock, Queirolo, Corsini, Alluci (46° Romanengo), Oneto, Conti, Gnecchi (46° Di Pietro). All. Tabbiani. A disp.: Nassano, Bacigalupo, Ferrante, Ranieri, Binaj, Orlando.

Fezzanese: Greci, Gavini (87° Coppola), Angelotti, Zavatto, Cecchetti (87° Marcellusi), De Martino, Grasselli, Scotti (64° Zappelli), Cherif Diallò, Baudi (81° Mitta), Bruzzi. All. Sabatini. A disp.: Gavellotti, Coppola, Lapperier, Stella, Marcellusi, Monacizzo, Vatteroni.

Arbitro: Sig. Domenico Mirabella di Napoli
Assistenti: Sig. Michele Piatti di Como e Sig. Manuel Marchese di Pavia

Marcatore: 34° [Rig.] Baudi (F), 84° Di Pietro (L)

Note: al 93° espulso Casagrande (L) per doppia ammonizione, ammoniti Gavini (F), Fonjock (L), Casagrande (L), angoli 3 - 2, recuperi 0' e 4.